Excite

Consigli per lo stretching

I consigli per lo stretching possono essere di vario genere, anche se alcuni sono più condivisi dagli esperti del settore, mentre altri vedono differenti opinioni da parte degli istruttori e dei personal trainer. Vediamo quali sono i consigli più utili e gettonati per uno stretching ottimale, a seconda del tipo di allenamento.

Come fare stretching

Il termine stretching in italiano significa "allungamento", e questo fa ben comprendere quale sia lo scopo principale dello stretching, ovvero un allungamento dei muscoli e delle articolazioni funzionale all'allenamento che si sta per compiere. Esistono diversi tipi di stretching, le due categorie più conosciute sono lo stretching statico e lo stretching dinamico.

Per quanto riguarda lo stretching statico, la posizione ideale è il punto di massima estensione del muscolo. Importante è non molleggiare, ma raggiungere con calma il punto, e mantenere una respirazione regolare fino alla fine dell'esercizio, che non deve superare i 30 secondi. Lo stretching dinamico, invece, prevede innanzitutto una velocità di movimento, ed è importante che ci sia uno slancio controllato di braccia e gambe, sempre senza molleggiare. Si consiglia di eseguire stretching sia statico che dinamico all'inizio e alla fine dell'allenamento, ed è particolarmente importante in entrambi i casi. All'inizio per permettere ai muscoli di prepararsi all'allenamento, senza partire "a freddo" e dover così faticare molto di più, allungando le fibre muscolari, così da avere una maggiore potenzialità di contrazione; alla fine, invece, è l'ideale per riportare la muscolatura nelle condizioni ottimali, e per permettere di conservare una buona mobilità articolare anche nelle ore successive.

Oltre a questi consigli per lo stretching, regola basilare è quella di eseguire gli esercizi in modo graduale, e sempre quando la temperatura esterna supera i 18°, in modo da evitare danni ai muscoli.

Consigli utili per lo stretching

Quindi, per quanto riguarda i consigli per lo stretching, è essenzialmente indicato di non sforzare eccessivamente muscoli e fibre muscolari, di eseguire ogni esercizio in maniera graduale, di non protrarlo oltre i 30 secondi, e di eseguirlo nella posizione ottimale. Lo stretching è particolarmente indicato nei momenti che precedono e seguono l'allenamento, soprattutto se intenso.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017