Excite

Agopuntura: un rimedio per l'insonnia

Quando le nostre capacità di prendere sonno -o di mantenerlo a lungo e senza interruzioni- sono pregiudicate, possiamo parlare di insonnia. È un fenomeno diffuso che influisce negativamente sulla qualità della vita e sul benessere psico-fisico della persona. Può essere un problema saltuario o diventare cronico. A tal riguardo, l'antica terapia dell'agopuntura può essere -per l'insonnia- un rimedio efficace.

Questione di energie

Cercando di comprendere al meglio il ruolo dell'agopuntura per combattere l'insonnia, dobbiamo capire su cosa vada a far leva questa preziosa terapia della medicina tradizionale cinese. Come il giorno e la notte, le energie yang e yin sono in continua sinergia e vanno a regolare i meccanismi di risposta del nostro organismo e della nostra psiche. Nel caso specifico dell'insonnia si verifica una sorta di sbilanciamento, che comporta una eccessiva pienezza di yang (attività, fuoco, esteriorizzazione) a scapito di un vuoto di energia yin (passività, acqua, interiorizzazione). L'agopuntura si occupa di determinare in quale organo del nostro corpo risieda uno scompenso di forza o debolezza, al fine di porvi rimedio ricalibrando i vari neurotrasmettitori.

Gli organi coinvolti -e che dovranno essere riattivati con l'uso degli aghi in specifiche aree del corpo- sono:

- il rene (insonnia da insufficienza del rene). La causa scatenante è l'eccesso di paura e timori. Abbiamo una marcata difficoltà a prendere sonno e la dinamica può essere accompagnata da palpitazioni e vertigini.

- la milza (insonnia da insufficienza della milza). Quest'organo si fà carico di ansia, preoccupazioni, stress psichici, riflessioni ossessive, ecc. Provoca risvegli continui e cattiva qualità del sonno. Si accompagnano sudori freddi, viso spento e pallido, poco appetito, nausea.

- lo stomaco (insonnia da disfunzione di stomaco). L'eccesso di cibo o la mal tolleranza di esso provocano risvegli e difficoltà ad addormentarsi. Spesso si cronicizzano dolori gastrici ed eruttazioni.

- il fegato (insonnia da pienezza del fegato). Alla base di questa forma c'è la collera accumulata, la frustrazione. Si presenta un'incapacità di prendere sonno, risveglio precoce, sonno agitato, angoscia, contratture muscolari.

Agire nel profondo

Lo scopo dell'agopuntura per vincere l'insonnia è quindi quello di andare ad agire sui meccanismo profondi del sonno, cercando di ristabilirli in modo duraturo e stabile. Gli aghi stimolano i neurostrasmettitori responsabili dei vari scompensi energetici, riportando in asse le cause psico-fisiche che determinano il problema. Ricordiamo che un trattamento in media dura 5/6 sedute da collocare nell'arco di un mese.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017