Excite

Allarme tumore a Milano, le donne le più colpite

Il cancro al polmone potrebbe diventare presto il "killer" numero uno per le donne italiane, soprattutto in alcune grandi città, come Milano, in cui ad oggi, si registra il più alto tasso di tumori a questo organo. A lanciare l'allarme è stato il 'Rapporto sui tumori a Milano 2007', che ha analizzato 31 tumori dell'adulto e l'insieme di tutti i tumori pediatrici diagnosticati nella popolazione milanese tra il 1999 e il 2002. Un trend in aumento vertiginoso, se confrontato con i bilanci degli anni Settanta, quando il carcinoma polmonare uccideva 2.300 donne l'anno.

Infatti, ogni anno circa 9 mila persone, nella città della Madonnina, si ammalano di tumore e 4 mila muoiono per la stessa malattia. La metropoli milanese spicca, purtroppo e anche, per il record di neoplasie legate a stili di vita dannosi: la ricca Milano, la 'Milano da bere', uccide. Tutte patologie fortemente legate al fumo e all'alcol. E le più 'viziose' sono senz'altro le donne.

"Nelle grandi città", dice Antonio Mobilia, direttore generale dell'Asl Città di Milano, "agiscono fenomeni economici, sociali, ambientali e culturali che concentrano alcuni fattori di rischio e di protezione dei tumori o ne potenziano l'azione. È altrettanto vero, però, che l'offerta di prevenzione e cura dei tumori è più ricca nelle grandi città, pur se non uniformemente distribuita, la grande capacità di collaborazione che c'è tra tutti gli otto dipartimenti oncologici milanesi, che ci ha permesso di integrare realmente le capacità di diagnosi, di terapia e di riabilitazione oncologica tra ospedale e territorio".

Alla luce di quanto è emerso dal rapporto, sono già partite varie iniziative: si è aperta a Milano la mostra "Donne in salute", un percorso interattivo inaugurato oggi presso il "Museo della Scienza e della Tecnologia", a disposizione del pubblico fino al 30 gennaio prossimo.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017