Excite

Alzheimer, i benefici delle onde elettromagnetiche dei telefonini

Contro quello che fino ad oggi è sempre stato detto, è ora arrivato uno studio condotto su alcuni topolini da Gary Arendash della University of South Florida secondo il quale l'esposizione prolungata alle onde elettromagnetiche del cellulare potenzierebbe la memoria e proteggerebbe, dunque, dall'Alzheimer. La ricerca è stata pubblicata sul Journal of Alzheimer's Disease.

I ricercatori hanno esposto per sette nove mesi, due ore al giorno, 96 topi, molti dei quali geneticamente modificati per sviluppare l'Alzheimer, alle onde elettromagnetiche ad alta frequenza identiche a quelle emesse dai cellulari quando vengono usati. Al termine dei sette nove mesi gli studiosi hanno potuto notare che nei topi malati l'esposizione ha fatto sparire i depositi nel cervello di beta-amiloide, la proteina killer dei neuroni, e ha fatto scomparire i sintomi della demenza; mentre in quelli sani la memoria è stata addirittura potenziata.

Nonostante i risultati ottenuti, gli autori della ricerca hanno comunque invitato alla prudenza, avvertendo che servirà molto tempo per accertare con ulteriori ricerche gli effettivi benefici delle radiazioni emesse dai cellulari.

 (foto © LaPresse)

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017