Excite

Ansiolitici naturali: calmare l'ansia in erboristeria

Situazioni familiari, vicende amorose, lavoro, studio. L’ansia e lo stress sono sempre dietro l’angolo ma se è vero che certe volte basta solo superare il momento o concedersi una sessione di respirazione controllata per calmarsi, altre, soprattutto quando l’ansia diventa una costante della propria vita, è necessario ricorrere a dei rimedi più efficaci. Naturalmente bisogna sempre considerare che la qualità di vita, le distrazioni, il ritagliarsi dei momenti piacevoli e il fare sport sono fattori di grande aiuto. Non bisogna mai sottovalutare l’aiuto di uno psicologo o di un terapeuta spesso decisivi nella risoluzione dei problemi e valutare, con loro e con il proprio medico, l’eventuale assunzioni di ansiolitici. Molte persone, quando si tratta di approcciarsi a questo tipo di farmaci, preferiscono i rimedi naturali perché – secondo molti – i farmaci chimici favorirebbero l’assuefazione. Ecco alcuni tipi di rimedi naturali.
    Facebook

Erbe si ma con cautela

Molte persone scelgono quindi di recarsi in erboristeria per trovare calma e tranquillità. Bisogna però ricordarsi che anche l’approccio alle erbe naturali deve essere eseguito con cautela perché pure queste ultime possono dare alcune controindicazioni, specie se si creano conflitti e sinergie tra attivi. Quando si parla di erbe calmanti non si può non fare riferimento alla camomilla o alla valeriana, disponibili in sacchetti per infusione e pillole per lo più. Spesso, si ricorre alla classica bustina da porre in infusione ma si tratta di rimedi per stati di ansia per lo più lievi. Le compresse sembrano quindi più efficaci, ad esempio, per chi ha delle difficoltà a prendere sonno ma tra gli effetti indesiderati, una piccola percentuale di consumatori, evidenzia uno stato di torpore generale e prolungato. In ogni caso bisogna sempre seguire alla lettera le indicazioni dell’erborista e ricordarsi che, comunque, esiste un ventaglio di scelta molto ampio, perfetto per ogni esigenza.

Altri rimedi naturali

Tra le altre erbe consigliate figura la Melissa che si rivela particolarmente efficace nel trattamento di ansia e irrequietezza accompagnate da dolori gastrici. La Melissa è sedativa e spasmolitica ma è sconsigliata a pazienti che soffrono di glaucoma ed ipertiroidismo. Il Biancospino si rivela ottimo nel combattere gli stati d’ansia manifestatu con palpitazioni e momenti di ipereccitazione specie se accompagnato dalla Passiflora che grazie ai flavonoidi funge da tranquillante allontanando le turbe ansiose. La Passiflora è però sconsigliata alle donne in gravidanza perché favorisce le contrazioni uterine. Anche Iderico, Rodiola, Ginseng ed energizzanti sono molto utili.

I fiori di Bach

Scoperti proprio dal Dottor Bach, i suoi fiori, classificati in decine di specie, avrebbero la capacità di agire sulla nostra energia liberando la loro memoria e aiutandoci a trovare il giusto equilibrio. I fiori di Bach si vendono in piccoli flaconi dove sono diluiti in acqua e brandy o aceto di mele. La combinazione dei vari fiori può essere realizzata solo dopo un attento colloquio con l’erborista che potrà valutare il mix perfetto per le singole esigenze. Tra i più importanti figurano il Cherry Plum nei casi in cui il paziente sente di non farcela e di essere sul punto di esplodere, lo Star of Bethlhem per chi si sente schiacciato dallo Stress e l’Oak per chi è oppresso dalle responsabilità. Efficacissimo è il Rescue Remedy, un rimedio per le emergenze che permette di riprendere velocemente lucidità. Rescue Remedy è un mix di diversi fiori - Rock Rose, Cherry Plum, Star of Betlehem, Clemantis e Impatiens - che andrebbe portato sempre con sé e preso durante attacchi di panico, tremori improvvisi, stati di ansi inaspettati e avvolgenti.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017