Excite

Artrite reumatoide: i metodi naturali per alleviare il dolore

L’artrite reumatoide è un problema molto seria, che affligge migliaia di persone: il fattore base è l’infiammazione che provoca dolori. Ma c’è una buona notizia: può essere affrontata anche con metodi naturali. Prima di spiegare le possibili soluzioni, è però bene comprendere di cosa stiamo parlando: si tratta di una patologia che interessa le giunture articolari (per esempio ginocchio, gomito e dita). A soffrirne nella maggior parte dei casi sono le donne, che avvertono fastidi dolore in queste zone del corpo. Un aspetto da evidenziare in maniera particolare è che l’artrite reumatoide non va confusa con l’artrosi, che presenta sintomi molto simili ma che si manifesta solo con l’avanzare dell’età e va inserita tra le malattie degenerative croniche.
    Dal web

Come aiutarsi contro l'artrite reumatoide

Quindi contro l’artrite reumatoide, quali sono i metodi naturali? In primo luogo l’alimentazione è un fattore di sostegno fondamentale. Trattandosi di un problema che riguarda le ossa, bisogna assumere molto calcio come è noto. Nello specifico ci sono delle verdure che intervengono in maniera positiva: il cavolo verza, il cavolfiore e i broccoli sono esempi di cibi che aiutano in questa funzione di fortificazione ossea. Per contro sono sconsigliati, o comunque vanno consumati con moderazione, alimenti molto zuccherini come il miele e la melassa. L’idratazione è un altro elemento molto importante: consente infatti un buon funzionamento dei reni, che facilitano l’espulsione di sostanze dannose per l’organismo. Oltre all’acqua, è consigliabile anche un frullato di carota e sedano che ha un ruolo depurativo.

Gli altri metodi naturali per affrontare l'artrite reumatoide

Tra i metodi naturali contro l’artrite reumatoide vanno annoverati quelli che interessano in maniera diretta l’area del corpo colpito dal dolore e quindi dalla malattia. I bagni con sali Epsom ottengono generalmente un buon risultato, bisogna però farli per un tempio medio-lungo: di base 15 minuti, è ancora meglio se il trattamento dura mezz’ora. Il magnesio solfato agisce infatti come antidolorifico. Ricordatevi di portare sempre dell’acqua durante l’impiego di sali Epsom.
Più comunemente, infine, è possibile fare da soli (o sottoporsi) a dei massaggi, anche un paio di volte al giorni, con gli oli essenziali di menta o di eucalipto che danno un senso di sollievo, alleviando il dolore.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017