Excite

Barcellona, il primo trapianto totale di viso

E' stato eseguito all'ospedale universitario Vall d'Hebron di Barcellona, il 20 marzo scorso, il primo trapianto integrale della faccia. A doversi sottoporre al complesso intervento un ragazzo, il quale cinque anni fa è stato vittima di un incidente che gli avevano completamente deformato il volto rendendogli impossibile respirare con naso e bocca e complicato deglutire e parlare.

Ora il ragazzo allo specchio vede un'altra persona, ma non il volto dell'anonimo donatore. Lo shock deve essere grande, ma dopo nove interventi non erano rimaste altre alternative.

La delicata operazione è stata eseguita da un'equipe di 30 specialisti, guidati dal capo della divisione di Chirurgia Plastica e Ustionati, Joan Pere Barret. L'intervento, il primo del genere, è durato 24 ore. Secondo i chirurghi entro poche settimane il ragazzo ricomincerà a parlare, a mangiare ed anche a sorridere e ridere. Ma il giovane dovrà affrontare ancora due mesi di ospedale, una faticosa riabilitazione e, soprattutto, dovrà imparare a familiarizzare con il nuovo volto.

Prima dell'intervento il ragazzo è stato preparato da una squadra di psicologi che hanno valutato le sue capacità di adattarsi a un cambio così radicale del suo aspetto originale. Il dottor Barret ha spiegato che una volta terminata l'operazione, quando lui stesso se l'è sentita ed è stato giudicato pronto, il ragazzo si è guardato allo specchio ed è rimasto tranquillo.

A quanto pare, almeno da un punto di vista clinico, il primo trapianto di faccia è stato un successo. Durante l'intervento l'equipe di specialisti ha sostituito tutte le strutture deformate, ossia del naso, degli zigomi, della mandibola, della mascella, di tutti i denti, delle labbra, del palato, dei muscoli facciali, della pelle e di tutti i capillari del volto. Le sole cicatrici visibili sono quelle sulla fronte e sul collo, ma i chirurghi hanno spiegato che con il tempo si attenueranno e potranno essere dissimulate facilmente.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017