Excite

Capelli bianchi? La colpa è anche dell'inquinamento

Per molti, soprattutto per le donne, i capelli bianchi sono un vero e proprio incubo. Così, forse nel tentativo di trovare una soluzione miracolosa che consenta di non ricorrere alla colorazione, diversi ricercatori si stanno dando da fare per capire quali sono le cause che rendono bianchi i tanto amati capelli.

Tempo fa una ricerca ha spiegato che potrebbe essere il perossido di idrogeno prodotto dal nostro corpo a modificare il colore delle nostre chiome. Adesso uno studio condotto dai ricercatori giapponesi dell'Università di Kanazawa ha mostrato che i capelli potrebbero diventare bianchi a causa del danneggiamento del Dna delle cellule staminali contenute nei follicoli provocato dalle sostanze tossiche e raggi ultravioletti, quindi inquinamento ed esposizione ai raggi UV. Fattori genetici e di età non sarebbero, quindi, i soli responsabili. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Cell.

Secondo quanto spiegato dalla ricercatrice Emi Nishimura, che ha condotto lo studio presso la Tokyo Medical and Dental University, al momento della nascita ogni individuo ha una certa riserva di melanociti, questi con il tempo diminuiscono, ma in certi casi, ad esempio in situazioni di stress, la diminuzione viene velocizzata.

Lo studio, oltre a dare l'opportunità di creare nuove terapie capaci di prevenire o ritardare la comparsa dei capelli bianchi, potrebbe essere importante anche per la realizzazione di terapie destinate a contrastare alcune forme tumorali come il melanoma, causato dal danneggiamento del Dna dei melanociti.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017