Excite

Capogiri a letto: quali sono le cause

I capogiri a letto sono frequenti e hanno varie cause. I ‘giramenti di testa’, come vengono chiamati comunemente, creano in genere una grande preoccupazione nella persona che ne soffre. Tuttavia, il disturbo va ridimensionato evitando di andare nel panico. In ogni caso è sempre opportuno avvisare il proprio medico, spiegando i sintomi e la dinamica esatta del problema. Prima di tutto bisogna fare una categorizzazione della sintomatologia: nei casi meno gravi insorge uno stordimento generale, che può sfociare nella sensazione di svenimento. Quando si perdono i sensi, allora la situazione è più grave. Da un punto di vista scientifico c’è addirittura differenza anche tra i capogiri, brevi e intensi, e vertigini, che danno una sensazione di movimento della propria persone rispetto all’ambiente circostante.
    Dal web Tuttasalute.net

Capogiri: le cause tradizionali

I capogiri 'tradizionali' hanno varie cause: ansia, stress, tensione sono infatti spesso causa di questo malessere. Ma nelle situazioni più gravi possono essere legati alla pressione arteriosa, sia troppo bassa (con il rischio di svenimento) che troppo alta (con l’associazione a un mal di testa costante). Anche l’artrosi cervicale e la sinusite provocano giramenti di testa di forte intensità. Tra le cause più serie dei capogiri ci sono poi l’aneurisma cerebrale, l’ictus, l’ischemia e l’encefalite.
    Dal Web Tantasalute.it

Cosa sapere sui capogiri a letto

Le cause dei capogiri a letto, invece, possono essere sostanzialmente ricondotte a quello che in termine tecnico viene definito cupololitiasi o anche vertigine parossistica benigna di posizione. Al di là dei nomi alquanto complicati, gli effetti sono semplici da spiegare: si avverte un capogiro molto forte per qualche secondo. Il problema è legato alla presenza eccessiva di cristalli di carbonato di calcio, gli otoliti, all’interno dei canali dell’orecchio.
Dunque, la fonte del problema è nell’orecchio. I capogiri a letto possono manifestarsi quando c’è un cambio di posizione (per esempio quando ci giriamo da un lato all’altro), proprio perché legati ai movimenti da distesi. Nei casi più gravi può arrivare anche la nausea ed episodi di vomito. Ma nella stragrande maggioranza dei casi si risolvono in pochi attimi.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017