Excite

Carbone attivo e pillola anticoncezionale

Carbone attivo e pillola anticoncezionale, uno serve per riequilibrare l’intestino e l’altra, ovviamente, per evitare le gravidanze. Sono elementi che possono avere delle interazioni fra loro contrastanti, ma senza allarmismi e con le giuste precauzioni possono essere assunti senza pericoli. Infatti seguendo attentamente le istruzioni allegate ai prodotti si trovano le necessarie informazioni.

L'integratore e la pillola

Il carbone vegetale è una polvere ottenuta dalla lavorazione del legno di alberi come la betulla, il pioppo o il salice. Viene anche commercializzato come carbone vegetale attivo con l’aggiunta di vapore acqueo per aumentarne l’ efficacia. Questo integratore è noto per la sua capacità di assorbire sostanze tossiche e gas addominali, infatti viene utilizzato nel trattamento di meteorismi, alitosi e pancia gonfia. Le minuscole particelle del carbone trattengono l’aria che si sviluppa a livello gastrico e intestinale, eliminando gonfiori e tensioni addominali. Anche i batteri che sono negativi per l’intestino, grazie a questo integratore, possono essere assorbiti. Il carbone attivo, venduto in tavolette, compresse e capsule, è quindi adatto per risolvere quei fastidiosi problemi di gonfiore di pancia accompagnati spesso da crampi e tensioni addominali ed è un utile rimedio anche per meteorismo, aerofagia, cattiva digestione, colite, stitichezza. Inoltre chi vuole ridurre il suo giro vita di qualche centimetro può ricorrere a questo integratore, naturalmente accompagnato sempre da una dieta bilanciata.

La pillola anticoncezionale è un preparato a base ormonale con un estrogeno (etinilestradiolo) e un progestinico sintetico, variabile a seconda del tipo di pillola. Grazie a un triplice meccanismo di azione, l'assunzione quotidiana di questi due ormoni riesce a neutralizzare gli eventi che inducono l'ovulazione, evitando gravidanze indesiderate.

Per quanto riguarda l’interazione fra carbone attivo e pillola anticoncezionale bisogna ricordare che in genere gli antibiotici, gli antiepilettici, l’iperico, il carbone vegetale e tutti quei farmaci che interferiscono con l’assorbimento di altri farmaci possono avere un effetto sulla funzione della pillola. La cosa migliore da fare è sempre quella di consultare i foglietti illustrativi di entrambi i medicinali e chiedere al medico o al farmacista.

L'interazione fra carbone attivo e pillola

In generale le interazioni farmacologiche che possono coinvolgere i contraccettivi ormonali sono di diverso tipo. Però è opportuno precisare che il termine interazione non implica necessariamente un’interferenza a livello del potere anticoncezionale. Quindi quando si sente dire che una tale sostanza può avere effetti sulla pillola non bisogna subito pensare che annulli il potere contraccettivo. Secondo alcuni dati ufficiali presi dall’AIFA e dal Servizio di Farmacovigilanza italiano viene affermato che il carbone attivo rientra nelle sostanze in grado di influenzare la funzionalità intestinale come i lassativi e le fibre concentrate, quindi viene consigliato di assumere la sostanza ad almeno 2 ore di distanza da altri farmaci. Si evince perciò che con un po’ di accortezza, rispettando i tempi di assunzione, carbone attivo e pillola anticoncezionale si possono utilizzare senza problemi.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017