Excite

Cerotto per il prelievo del sangue, l'ago non servirà più

  • Personaldreamer.com

Buona notizie per i fifoni dell’ago perché tra qualche tempo a sostituire la siringa e il suo doloroso ago sarà un semplice cerotto. L’idea nasce in Irlanda dove gli specialisti hanno pensato ad un piccolo cerottino che sotto la superficie contiene 361 microaghi che penetreranno sola la parte più superficiale della pelle in modo da non raggiungere le terminazioni nervose che sono le responsabili del “dolore”. I microaghi prelevano il sangue e ovviamente il cerotto si utilizza una sola volta.

Una notizia non di poco conto considerando che in tantissimi soffrono di belenofobia (la paura dell’ago) ed è molto complesso fare siringhe ai bambini più piccoli, soprattutto a quelli nati prematuri che necessitano maggiormente di medicinali e cure nei primi mesi di vita. A capo del gruppo di lavoro c’è Ryan Donnelly che sottolinea come è meglio usare 361 microaghi piuttosto che uno solo. Bisognerà aspettare i test clinici ma festeggiano intanto i genitori e la Bbc riporta le testimonianze di genitori di bambini nati prematuri e che per i primi tre mesi si sono sottoposti a quattro/cinque iniezioni giornalieri, oggi diventati grandi conservano le cicatrici.

Il gruppo di Belfast non è però il solo a lavorare all’alternativa alla siringa perché nel mondo esistono molti studi e sperimentazioni proprio in questa direzione. Anche se va detto che il cerotto con 361 aghi ha il pregio di essere di facile utilizzo e di non prevedere un particolare addestramento prima dell’utilizzo per medici e infermieri. Linda Klavinskis, una delle più famose ricercatrici, sta lavorando all’alternativa alla siringa e anche i suoi colleghi del MIT hanno proposto una tecnologia capace di eliminare l’ago ipodermico grazie a un dispositivo che usa la meccanica dell’alta pressione per introdurre i farmaci nel corpo umano.

Non si tratta solo di una problema relativo al dolore o ai bambini prematuri, sarebbe anche un aiuto ai vaccini per poi poterli usare a prezzi più accessibili. Infine il cerotto con 361 aghi eviterebbe anche il rischio di infezioni, Hiv o epatite per gli operatori sanitari. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità precisamente ben 21 milioni i casi di epatite B sono imputabili al riutilizzo dell’ago.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017