Excite

Cistite, ecco come è possibile come curarla

È arrivata la cistite e non sai come curarla? Niente panico: ecco alcuni consigli pratici per affrontare il problema, possibilmente con rimedi naturali ma nella consapevolezza che può anche essere necessario il ricorso a farmaci. La cistite è una infiammazione delle vie urinarie che affligge molte donne. In pratica i batteri presenti nell’apparato intestinale si moltiplicano nella vescica, provocando così la disfunzione. I sintomi sono facilmente riconoscibili: frequente bisogno di urinare, bruciore e dolore durante l’atto di minzione e in alcuni casi addirittura sono possibili sanguinamenti. Le cause sono davvero numerose. In particolare legate anche alla frequenza dei rapporti sessuali o frequentazione di luoghi poco igienizzati (per esempio un bagno in un mare inquinato).
    Dal web Curarsialnaturale.it

Cura per la cistite: rimedi naturali

Ma come è possibile curare la cistite con rimedi naturali? Prima di tutto è fondamentale bere molto acqua, anche più dei due litri consigliati normalmente. Per semplificare si può dire che l’urina permette alla vescica riesca a eliminare parte dei batteri che provocano l’infiammazione. Inoltre, bisogna assecondare tutte le (numerose) volte che si avverte la necessità di andare in bagno. Per quanto possa risultare fastidioso, non si può fare a meno di urinare altrimenti si peggiora la situazione. In merito all’alimentazione è necessario eliminare, almeno per qualche giorno, cibi molto speziati (sono assolutamente off limits peperoncino e pepe), il caffè e le bevande alcoliche. Infine, è opportuno cambiare spesso la biancheria intima di cotone, evitando indumenti sintetici (come la microfibra) che possono favorire l’irritazione.
    Dal web comefare.donnamoderna

I farmaci per la cura della cistite

Per curare la cistite, tuttavia, possono non bastare i rimedi naturali. In questo caso è necessario consultare un medico per la prescrizione di farmaci. Il Monuril è molto utilizzato per la sua azione antibatterica. Spesso basta solo assumere una bustina, sciolta in acqua, la sera prima di andare a dormire. Nei casi più gravi è necessario prenderla per due giorni.
Se l’infiammazione non scompare in 48 ore, allora si deve valutare l’assunzione di antidolorifici e antibiotici, considerando di fare degli accertamenti per comprendere la natura del disturbo.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017