Excite

Come disintossicarsi dai social network? Liberarsi dal "Mal di Facebook"

Disintossicazione da social network, una realtà che oggi interessa migliaia di persone in tutto il mondo. Sono nate perfino delle cliniche specialistiche che aiuterebbero i Facebook addicted a rendere più consapevole e meno pericolosa la loro relazione con il social network. Ma quali sono i sintomi che fanno riconoscere una dipendenza da social network? Quali sono gli effetti pericolosi e come uscirne?

    Facebook

COME RICONOSCERE UNA DIPENDENZA

Innanzitutto va precisato che ogni social network, a seconda delle sue funzionalità, può modificare in modo diverso il comportamento. Twitter, ad esempio, può portare alla sintesi della comunicazione o ad aumentare il cinismo. Instagram ma soprattutto Facebook, invece, possono spingere a stati di grande egocentrismo o pre depressione (gli effetti collaterali nel dettaglio poco dopo). Una dipendenza si manifesta nel momento in cui non si riesce più a gestire il distacco con l’oggetto del desiderio. Se non riuscite a stare lontani da Facebook e l’impossibilità di collegarvi vi genera frustrazione o peggio rabbia, se la consultazione del social influisce anche sulla vostra vita sociale e lo utilizzate anche nei momenti meno adatti o in presenza di altre persone, nel mezzo di relazioni reali, probabilmente siete dipendenti.

EFFETTI COLLATERALI

Facebook fa male, ma in che modo? Principalmente emotivamente. Molti dei più assidui utenti di Facebook svilupperebbero col tempo sentimenti come invidia e gelosia. Buona parte dei profili di amici e presunti tali, infatti, sono costruiti ad hoc per mostrare una felicità artefatta e una completezza di vita “di plastica” che però farebbero sorgere negli “spettatori” di status e foto felici dei sentimenti di invidia e insoddisfazione. Le stesse persone frustrate poi cercherebbero di fare lo stesso, mostrandosi al meglio e alimentando il circolo vizioso. Altri effetti collaterali poi sarebbero la perdita di fiducia in sé e la perdita dell’autocontrollo. La prima sarebbe comune nei soggetti che non ricevono considerazione dagli amici virtuali (Mi Piace e Commenti), la seconda invece sarebbe più diffusa nei soggetti popolari. Ogni qual volta riceviamo un Mi Piace o un Retwet il nostro organismo rilascerebbe una piccola scarica di dopamina, un neurotrasmettitore che ci aiuta ad essere più gratificati e che è particolarmente coinvolto nei casi di dipendenza. Sarebbe questa una problematica da non sottovalutare tanto che diversi psicologi ed esperti di sanità mentale si stanno specializzando nella dipendenza da social network.

COME DISINTOSSICARSI

La disintossicazione deve avvenire in modo lento e graduale così da evitare traumi o il rischio di ricadute. Se la dipendenza è solo all’inizio o non è in una forma grave si può provare ad intervenire anche da soli. Ecco alcuni consigli: concedetevi qualche attimo di riflessione prima di accedere ai social (Posso spendere il mio tempo in modo più costruttivo o edificante? Posso fare qualcosa di meglio nella prossima mezz’ora che consultare Facebook? Le notizie sono realmente interessanti?). Ricordatevi di tenere sempre a mente che molte delle immagini proposte dai social network sono autentiche come una pubblicità. Non è la vita vera ma una versione patinata e rieditata. Infine provate a darvi un limite (massimo 10 minuti, non più di 2 volte al giorno per esempio) e diminuitelo gradualmente.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017