Excite

Come idratarsi dopo il vomito, quando l'acqua non basta

La disidratazione è una delle principali cause di intossicazione alimentare. Quando il corpo non riesce più a contenere le tossine ingerite le elimina attraverso varie forme che nel corpo umano si manifestano come malesseri. Attraverso la diarrea o il vomito però, oltre alle tossine, si perdono anche liquidi ed elettroliti fondamentali per una corretta idratazione dell’organismo. Il rischio è quello di stare ancora peggio o di ritardare la guarigione. Mantenersi idratati in questi casi è quindi fondamentale. Ecco alcuni consigli
    Facebook

Bibite chiare

I liquidi persi vanno integrati e il soggetto intossicato deve cercare di bere frequentemente e costantemente un liquido che riesce a reggere. L’acqua naturalmente è la soluzione per eccellenza ma può essere utile anche succhiare dei piccoli pezzi di ghiaccio che, oltre a idratare, serviranno a calmare la nausea. Con la disidratazione, però, si perdono anche sali minerali e altre sostanze fondamentali per cui può essere una soluzione bere degli sport drink o degli integratori. Un rimedio per l’intossicazione è anche quello di bere bibite chiare come la gassosa. Infine anche il brodo di pollo o di manzo possono essere utili per integrare i nutrienti persi.

Dal caffè agli antidiuretici

Il caffè, le bibite ricche di caffeina o eccitanti, l’alcol, sono tutte sostanze che possono stressare l’organismo e irritare ulteriormente lo stomaco. L’intossicazione deve fare il suo corpo e bisogna lasciare che l’organismo elimini tutte le tossine accumulate. Per questo, in caso di vomito ma soprattutto di diarrea, è sconsigliato prendere degli antidueretici che bloccherebbero l’eliminazione delle tossine. Questo tipo di automedicazione è molto diffuso ma andrebbe evitato a meno che non sia espressamente consigliato da un medico. Bisogna inoltre risposare tanto e in un ambiente fresco. Il sonno è un ottimo metodo per riprendersi da una disidratazione. Il corpo perde liquidi quando è attivo o esposto in un ambiente caldo. Bisogna quindi evitare la sudorazione.

Controlla il colore delle urine

Solitamente bastano al massimo 48 ore per riprendersi da una forma di intossicazione. In certi casi, però, quando vomito e diarrea persistono bisogna sempre contattare un medico. Inoltre bisogna far attenzione al proprio corpo per capire il grado di disidratazione. Se l’urina è giallo scuro, bruna o marrone, bisogna ad esempio ricorre in fretta a cure mediche per idratare l’organismo tramite flebo o eliminare la tossina responsabile dell’intossicazione.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017