Excite

Come prendere peso sul seno: gli alimenti alleati

Dopo una dieta o una sensibile perdita di peso è facile riscontrare anche una riduzione delle dimensioni del seno. Va da sé, quindi, che anche l’aumento di peso è strettamente relazionato all’aumento delle dimensioni del seno. Molte donne, infatti, credono di poter aumentare di volume il proprio decolleté semplicemente mangiando di più. Si tratta di una strategia che in molti casi funziona ma a quale prezzo? Gli “effetti collaterali” non tardano ad arrivare e spesso una taglia in più di reggiseno vi obbligherà anche a una taglia in più di jeans. Ecco alcuni consigli per mettere peso sul seno nel modo giusto.

    Twitter

Aggiungere calorie?

Il grasso, insieme ai tessuti muscolari, è uno dei principali componenti del seno. Ogni mammella è infatti composta da tessuto connettivo, tessuto ghiandolare e tessuto adiposo. Quest’ultimo aumenta con il crescere del grasso corporeo quindi i grassi ingeriti duranti il giorno possono sicuramente contribuire all’aumento del seno anche di una taglia. Il problema è che è quasi impossibile direzionare le zone in cui i grassi andranno a depositarsi. Ogni donna distribuisce il peso in modo diverso e spesso la tendenza è quella di accumularlo maggiormente tra addome, cosce e glutei. Aumentare le calorie nella vostra dieta quotidiana può quindi contribuire a far aumentare non solo il seno ma anche il volume di pancia, gambe e sedere. Come fare allora? Fermo restando che una alimentazione equilibrata è uno dei segreti di benessere si può sempre considerare di aggiungere alla dieta alimenti in grado di incidere sui livelli di estrogeni del corpo…

Una questione ormonale

La differenza di dimensioni nel seno tra una donna e l’altra è spesso dovuto a una questione ormonale. Ogni donna ha una differente concentrazione di estrogeni, ormoni che influiscono su dimensione, forma, volume e tonicità del seno. Gli estrogeni sono ormoni maggiormente presenti nel corpo femminile ma le donne hanno anche delle concentrazioni di testosterone – ormone tipicamente maschile – che spesso può rallentare la crescita del seno. L’obiettivo, quindi, è quello di consumare cibi ricchi di estrogeni, un’usanza che risale all’alba dei tempi (basti pensare che in Cina, è nota l’usanza di consumare litri di zuppa di testa di pollo). Ma quali sono gli alimenti ricchi di estrogeni?

Gli alimenti giusti

Alcuni cibi rallentano la produzione di testosterone nelle donne. Tra questi si annoverano soprattutto i cereali integrali che hanno anche la funzione di regolare il livello di ormoni nel corpo favorendo gli estrogeni nell’equilibrio ormonale. Via libera quindi a fette biscottate e pane integrale, meglio al mattino, per cominciare bene la giornata. Altri alimenti ricchi di estrogeni sono i prodotti a base di soia e i semi di lino, zucca, girasole e anice. Ottimi alleati per l’aumento delle dimensioni del seno sono anche i latticini, i fagioli e i piselli. Infine sono consigliatissime anche le erbe aromatiche: aggiungete ai piatti origano, zenzero, salvia, timo, pepe, zenzero, chiodi di garofano e curcuma. Daranno sapore al vostro cibo e favoriranno la crescita del seno.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017