Excite

Come sapere se si è allergici ai tatuaggi? I test e le verifiche fai da te

Un tatuaggio non è altro che un disegno sulla pelle. O meglio, sotto la pelle. Per realizzarlo, infatti, vengono inseriti dei pigmenti di inchiostro sotto l’epidermide. L’inchiostro può essere nero o colorato e, a volte, quello che può sembrare un dettaglio può fare la differenza. Il colore dell’inchiostro è uno dei principali fattori da tenere in considerazione quando si parla di “allergia ai tatuaggi”. Ma gli accorgimenti da osservare per evitare spiacevoli e fastidiose reazioni allergiche sono diversi. Vediamo quali.

    Facebook

Due tipi di allergia

Le reazioni allergiche durante (o successivamente) la seduta da un tatuatore possono prevalentemente essere procurate da due fattori: l’inchiostro e i guanti in lattice. La percentuale di persone potenzialmente allergiche agli inchiostri è decisamente bassa, specie se si utilizza un inchiostro nero. Pare che a dare più problemi sia l’inchiostro colorato, specie quello rosso (a causa dei suoi pigmenti). Gli inchiostri utilizzati oggi sono prevalentemente ipoallergenici ma, in alcune rare eccezioni possono comunque scatenare delle reazioni allergiche. Così come il lattice dei guanti utilizzato dal tatuatore.

Come fare a capire se si è allergici?

La prima cosa da fare è recarsi presso un allergologo o una struttura che si occupa di effettuare i test allergici e verificare l’effetto che il lattice o i colori hanno sulla vostra pelle. Andate dal tatuatore qualche giorno prima e fatevi dare la lista degli ingredienti dei colori o il nome del produttore per risalire a questi in modo autonomo. Una verifica che potete fare in autonomia è quella di applicare un po’ di inchiostro (meglio in modo sottocutaneo, un puntino) in una zona di pelle nuda vicina alla parte del corpo in cui effettivamente verrà fatto il tatuaggio. Se nelle ore successive dovessero verificarsi arrossamenti, gonfiori o dolori allora siete allergici.

Cosa fare in caso di allergia?

Se i fastidi sopra citati dovessero verificarsi successivamente alla realizzazione del tatuaggio bisogna recarsi da un dermatologo che potrebbe, a sua volta, indirizzarvi presso uno specialista allergologo. Si tratta di problemi affrontabili con delle cure specifiche. Per evitare di trovarsi di fronte al problema valgono le raccomandazioni fin qui date oltre, naturalmente, al buon senso: affidatevi sempre a dei professionisti titolati, non preferite mai il risparmio alla qualità e alla sicurezza.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017