Excite

Crampi ai polpacci di notte: le cause

I crampi notturni sono un fenomeno molto diffuso in ogni fascia d'età e che può risultare alquanto fastidioso se frequente e protratto nel tempo, a causa dei dolori accentuati che portano alla perdita del sonno. In particolare, per chi soffre di crampi ai polpacci di notte ecco le cause scatenanti di questo disturbo che si manifesta come una dolorosa ed incontrollata contrazione dei muscoli.

Le cause più comuni

Sport - Le contrazioni involontarie dei muscoli dei polpacci durante la notte sono molto frequenti negli sportivi fuori allenamento ed anche in chi pratica sport occasionalmente. La causa più frequente in questo caso è un'eccessiva perdita di liquidi e di sali minerali, così come anche un allenamento troppo intenso.

Sudorazione - Allo stesso modo, anche un'eccessiva sudorazione dovuta al caldo o a fattori congeniti può portare alla comparsa di crampi notturni ai polpacci, così come ai piedi ed alla coscia, sempre dovuta ad una carenza di sali minerali e liquidi nel corpo.

Circolazione sanguigna - Per i crampi ai polpacci di notte le cause possono essere anche riscontrate in una cattiva circolazione del sangue. Un problema che durante la notte si acuisce, visto il normale abbassamento della temperatura esterna e di quella corporea.

Freddo - Il freddo agisce sulla circolazione del sangue rallentandola: ecco perchè è una delle cause più frequenti dei crampi notturni ai polpacci, soprattutto nelle donne che soffrono di questo fenomeno nei mesi invernali.

Postura - Anche posizione innaturali della gambe durante il sono possono causare i crampi: in questo caso, infatti, è il momentaneo ostacolo alla circolazione del sangue a causare la contrazione dei muscoli.

Farmaci - Anche alcuni tipi di farmaci, soprattutto quelli che hanno effetti diuretici, possono essere tra le cause della comparsa di crampi notturni ai polpacci ed alle gambe in generale.

Le altre cause

I crampi ai polpacci di notte, oltre alle cause già viste, possono essere collegati a patologie più gravi, come ad esempio problemi di natura cardiovascolare. In questo caso, se il dolore è troppo forte e persistente è bene consultare il proprio medico per stabilire con ulteriori indagini la corretta causa di questo fenomeno.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017