Excite

Dengue, cos’è il virus che ha colpito il marò Girone in India: sintomi e cura della febbre tropicale

  • Twitter @IBTimesUK

In queste ore si è sentito parlare, sul web e nei principali notiziari televisivi, della febbre tropicale denominata "Dengue" che ha colpito il fuciliere italiano Salvatore Girone in India: si tratta di un virus diffuso nei Paesi più caldi tra Africa, Asia centrale e America latina ma anche in Oceania e persino negli Stati Uniti dove i casi di malattia provocata dalla puntura da zanzare della specie "Aedes Aegypti" sono in aumento.

Febbre tropicale per il marò Salvatore Girone, ricoverato in India

L’infezione raramente degenera fino a causare shock circolatori, considerato che per affrontare la fase critica (che dura non più di una settimana) è sufficiente la somministrazione di liquidi al paziente, nella maggior parte dei casi colpito da dolori articolari e mal di testa con macchie sulla pelle destinate a scomparire da sole nel giro di 6-7 giorni.

Una costante idratazione del malato e qualche flebo, ma solo se necessaria di fronte ad una forma acuta di febbre tropicale, sono la cura tradizionale della Dengue e l’infezione contratta la prima volta assicura l’immunizzazione dell’organismo rispetto a successivi attacchi del virus, limitatamente però al genotipo specifico (tra i 4 in circolazione) col quale si entra in contatto.

(Il fuciliere italiano Salvatore Girone alle prese con la febbre tropicale in India)

Milioni di persone ogni anno fanno i conti con la puntura dell’Aedes Aegypti e fortunatamente la percentuale dei decessi rimane contenuta in quasi tutte le zone a rischio infezione, dall’India alla Cina passando per l’Australia e i Paesi del Medio Oriente dove la malattia negli ultimi anni si è propagata con particolare velocità complice il clima caldo e l’afflusso turistico ininterrotto da diverse parti del mondo.

Importante, in questo come in altri casi, si è confermato lo strumento della prevenzione rispetto alla pur non proibitiva cura dell’infezione: l’uso di creme e spray repellenti anti-zanzare contribuisce ad evitare il contagio, anche se nella stagione calda qualsiasi mezzo di contrasto della Dengue rischia di rivelarsi insufficiente.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017