Excite

Dieta del gruppo sanguigno: funziona davvero? Ecco cosa mangiare

Non fatevi ingannare dal nome: la dieta del gruppo sanguigno non ha nulla a che fare con la prova costume. Piuttosto è un regime alimentare che dovrebbe condurre dritti dritti a una vita lunga e salutare. Come? Evitando alcuni alimenti sulla base del nostro gruppo sanguigno. Questa dieta ha avuto numerosi proseliti durante gli ultimi anni ma la sua efficacia è stata messa più volte in discussione dal mondo scientifico. A tenere a battesimo questa teoria è stato il naturopata Peter D'Adamo alla fine degli anni '90...

    Facebook

Come funziona?

Alla base di tutto ci sarebbero le glicoproteine, differenti a seconda del gruppo sanguigno di riferimento. Queste glicoproteine sarebbero presenti anche nell'intestino e permetterebbero ad alcuni enzimi di “funzionare” in maniera differente. Da qui la tesi di D'Adamo che suggerisce di non alimentarsi con cibi incompatibili con le glicoproteine del nostro organismo. La sua teoria, inoltre, fa riferimento agli antenati e torna indietro quasi all'alba dei tempi. Pare infatti che gli uomini di gruppo 0 sarebbero stati per lo più cacciatori e poco tollererebbero i carboidrati. Quelli del gruppo A invece si sono evoluti con il passaggio dell'agricoltura e prediligono quindi un regime vegetariano. Il B è l'unico a cui sono concessi i latticini mentre AB deve seguire un regime intermedio...

Il gruppo 0

Mais, glutine ma soprattutto latticini sarebbero da evitare. Così come le patate, le olive, le arachidi, le lenticchie e i fagioli. Nemico assoluto anche il caffè. Via libera invece a frutti di mare e pesce azzurro, alghe e fegato, noci e bresaola.

Il gruppo AB

Da evitare carne rossa e burro ma il caffè invece va bene. Ottime le carni bianchi, i riso, i fagioli e i piselli. Gli appartenenti al gruppo AB dovrebbero evitare la frutta secca, i carciofi, i peperoni e il mais. Infine sono consigliati pesce, latticini, broccoli, cavolfiore, melanzane e pomodori.

Il gruppo A e B

Da evitare carne rossa e burro ma il caffè invece va bene. Ottime le carni bianchi, i riso, i fagioli e i piselli. Gli appartenenti al gruppo AB dovrebbero evitare la frutta secca, i carciofi, i peperoni e il mais. Infine sono consigliati pesce, latticini, broccoli, cavolfiore, melanzane e pomodori. E infine gli appartenenti al gruppo B che devono evitare lenticchie e crostacei così come grano e mais. Meglio quindi il riso alla pasta. Carne concessa ma non pollame. Tra gli ortaggi consigliati ci sono carote, melanzane, patate, broccoli, verze e peperoni. Ok fagioli e latticini.

La smentita

Come dicevamo inizialmente, però, la comunità scientifica continua ad essere scettica. Un docente di nutrigenomica dell'università di Toronto ha coinvolto 1500 persone in uno studio che non ha portato ad alcun risultato. Inoltre, su PubMed, la banca dati della letteratura medica mondiale, non c'è traccia di alcuno studio serio sul tema. Il libro di D'Adamo però ha venduto nel mondo quasi 10 milione di copie.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017