Excite

Dieta vegana: pro e contro di questo particolare regime alimentare

La dieta vegana, particolare tipologia vegetariana, prevede un regime alimentare dove è vietato cibarsi non solo di carni e pesce ma anche dei derivati animali (uova, latte, formaggio, etc) poiché ritenuti alimenti la cui produzione disturba la vita degli animali stessi e li costringe ad inutili sofferenze. Vediamo ora nel dettaglio la dieta vegana e i pro e contro sulla salute dell'organismo di chi la segue.

Pro e contro della dieta vegana

Come tutti i regimi alimentari che prevedono delle particolari restrizioni, anche la dieta vegana presenta pro e contro notevolmente interessanti di cui tenere conto se si ha intenzione di intraprendere questo determinato percorso vegetariano assoluto.

I pro della dieta vegana

Tra i punti a favore della dieta vegetariana e vegana sicuramente la maggiore probabilità di non contrarre nell'arco della vita alcune patologie come quelle legate al sistema cardiovascolare, il diabete, l'obesità ed il cancro, definite comunemente "malattie del benessere" poiché riscontrate nella magior parte dei casi da soggetti la cui alimentazione è troppo ricca in grassi e zuccheri. Evitare di mangiare carne e pesce, inoltre, mette al riparo dal pericolo di ingerire particolari sostanze inquinanti, farmaci, anabolizzanti ed antibiotici a loro tempo ingeriti dagli animali stessi.

I contro della dieta vegana

Uno dei problemi più frequenti cui vanno incontro le persone che hanno scelto uno stile di vita che rispetti gli animali è l'anemia. Se però, nel caso vegetariano, è possibile compensare alcune proteine e vitamine assimilando i prodotti animali come latte, uova e prodotti caseari, nel caso dei vegani la situazione si complica non poco. Chi segue un regime vegano, infatti, dovrà necessariamente integrare ciò che manca nella propria dieta attraverso alimenti vegetali come il latte di soia, i legumi e la frutta secca. Spesso, infatti, i vegani presentano carenza di calcio, vitamina D e B12 oltre che di ferro. Le conseguenze di questa anemia non trattata possono essere mancanza di concentrazione, vertigini, debolezza generalizzata e, in alcuni casi particolarmente gravi, perdita di memoria.

Come capire se è possibile iniziare una dieta vegana

Al di là delle considerazioni morali relative alla sofferenza ed allo sfruttamento degli animali destinati ad uso alimentare, ogni nuovo percorso alimentare che si desidera intraprendere deve essere attentamente vagliato dal proprio medico e nutrizionista e successivamente consigliato o meno al paziente. Come abbiamo avuto modo di vedere, infatti, la dieta vegana presenta pro e contro che la rendono adatta ad alcuni soggetti ma assolutamente sconsigliabile ad altri che soffrono già di particolari patologie. Un attento check-up, quindi, è assolutamente necessario per sincerarsi delle proprie condizioni di salute e per capire se questa scelta può essere seguita senza alcuna ripercussione sul proprio organismo.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017