Excite

La disabilità intellettiva, definizione

La disabilità intellettiva ha per definizione – L’incapacità intellettiva e di relazionale “irreversibile” di un soggetto, causa di patologie psichiche e neuromotorie molto gravi. Questo particolare stato di salute può essere causato da più fattori di natura genetica e non. Tra le più conosciute citiamo la Sindrome di Down e l’Autismo.

Cause della disabilità intellettiva

Le cause più diffuse della disabilità intellettiva hanno per definizione duplice nature:

  • Genetica, quando la struttura dei cromosomi riporta delle anomalie, oppure, quando le anomalie vengono a verificarsi in un solo gene.
  • Non genetica, quando il livello biologico risulta alterato.

Lo stato di alterazione del livello biologico può verificarsi in tre momenti della vita di un individuo, e precisamente,

  1. nella fase pre-natale, ossia nei mesi di gestazione, durante i quali è possibile riconoscere tempestivamente ogni anomalia biologica grazie ad esami specifici.
  2. durante il parto, in casi di nascite premature o di asfissia,
  3. dopo il parto, causa l'insorgere di gravi patologie, che tra le più comuni si riconoscono indici elevati di encefalite, meningite o traumi cranici.

Purtroppo qualunque sia la fonte d’origine della disabilità intellettiva, è uno stato di salute irreversibile, che spesso va ad associarsi ad altre malattie psichiche, tra le quali: la depressione, le psicosi, l’ansia, i disturbi della condotta e quelli affettivi, l'iperattività e la propensione alla disattenzione.

Il soggetto affetto di instabilità intellettiva, fino a ieri era emarginato dalla società, che lo definiva un semplice “ritardato”, ma già da qualche anno l’argomento è stato seriamente preso a cuore ed oggi esistono numerose strutture che lavorano per creare una vita sociale adeguata al malato; istruendo, in primis, la famiglia da un punto di vista medico e comportamentale, offendo al malato un progetto di istruzione in strutture apposite con personale qualificato, e cercando di effettuare un progetto individuale, caso per caso, analizzando singolarmente i bisogni della persona allo scopo di favorirne l’integrazione alla vita sociale.

Come convivere con la disabilità intellettiva

La disabilità intellettiva per definizione è una malattia irreversibile grave, sicuramente non facile da accettare e convivere, ma è doveroso ricordare che il soggetto interessato in quanto individuo sociale ha ogni diritto a ricevere assistenza, cure, istruzione e integrazione, come è insaziabile l’impegno sanitario e degli assistenti socialiche oggi operano esercitando un quadro di sostegno rivolto non solo al malato ma all’intero gruppo famigliare cercando di colmare il vuoto di ignoranza, di paure e di emarginazione che fino a ieri aleggiava sull’argomento.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017