Excite

Disturbi del sonno: quali rimedi utilizzare e come evitarli

Dovrebbe essere l’attività che svolgiamo maggiormente durante le 24 ore: dormire. Il condizionale è d’obbligo però perché molti italiani dichiarano di dormire sempre meno, arrivando anche a sole 4-5 ore per notte. A volte, il poco tempo dedicato al riposo, dipende dai molteplici impegni e dalla frenesia delle giornate; sempre più spesso però la quantità ma soprattutto la qualità del sonno è collegata a disturbi del riposo. Gli italiani che ne soffrono sono milioni, le cause sono tra le più disparate ma per fortuna esistono anche i rimedi.

Quali sono le cause che provocano i disturbi del sonno?

In condizioni ottimali, nonostante ci siano le circostanze per riposare bene, le cause principali che provocano i disturbi del sonno sono svariate. Secondo uno studio inglese commissionato lo scorso anno, le più frequenti sarebbero: stress da lavoro, preoccupazioni economiche, problemi familiari o col partner ma anche il russare delle persone nella stanza, una camera da letto scomoda o male areata, il guardare la televisione fino a tardi, i rumori esterni e l’abbigliamento poco comodo.

Quali sono i principali disturbi del sonno e le loro conseguenze?

Principalmente si parla di insonnia, una parola questa che non comprende soltanto la difficoltà a prendere sonno. L’insonnia infatti si manifesta in tutti quei comportamenti del riposo legati a un sonno di scarsa qualità: svegliarsi più volte durante la notte o troppo presto la mattina, dormire poco, svegliarsi di soprassalto e non addormentarsi più fino all’arrivo del giorno, ecc. Oltre all’insonnia, nell’ambito dei disturbi del sonno troviamo anche sonnambulismo e apnee notturne. Pare che oltre il 60% delle persone che soffre di insonnia non ne abbia mai parlato con un medico sottovalutandone i rischi. L’insonnia non si ripercuote solo sul nostro umore e la nostra energia e non si limita solo a farci sentire spossati per tutto il resto del giorno ma si manifesta con sintomi fisici veri e propri: mal di testa, disturbi gastrointestinali, alterazioni a carico del sistema cardiovascolare, rischio di sviluppare ipertensione, diabete e obesità.

Quali sono i rimedi?

Ci sono una serie di accorgimenti da adottare per migliorare la qualità del riposo e ridurre i disturbi del sonno. Innanzitutto migliorate la vostra camera da letto: deve essere fresca, buia e silenziosa e il pigiama deve essere comodo. Evitate di guardare la tv a letto e cercate di fare esercizio fisico durante il giorno. Una volta a letto concentratevi sul vostro respiro, inspirate ed espirate magari immaginandovi in un luogo sereno e piacevole. Evitate di guardare spesso l’orologio, non usate la camera da letto come luogo di lavoro, alzatevi e cambiate stanza se non prendete sonno entro mezz’ora. Cercate di andare a letto e di svegliarvi sempre alla stessa ora così da mantenere un equilibrio sonno-veglia. Valeriana e Camomilla sono ottimi rimedi naturali così come Melissa e Biancospino. Melatonina, Zinco e Magnesio possono essere dei validissimi alleati ma per il dosaggio e le modalità di somministrazione è necessario rivolgersi a un medico. Possono essere utili anche i massaggi e la pressione, prima di andare a letto, sulle piante dei piedi. In ogni caso, se i disturbi dovessero continuare, è utile rivolgersi ad un medico per pianificare una terapia ad hoc.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017