Excite

Dolore di stomaco notturno: cause e rimedi

Il dolore di stomaco notturno è senza dubbio riconducibile ad un'infiammazione delle pareti dello stesso. Meglio noto come reflusso gastroesofageo (in assenza di altre patologie accertate) ha delle cause note che possono essere evidenziate ma anche eliminate. Vediamo da cosa può dipendere e soprattutto come eliminare questo doloroso ed invalidante disturbo.

Cause del dolore

La prima cosa che dovrebbe essere considerata in questi casi (e sempre in generale) è che un sintomo è il modo nel quale il nostro corpo ci invia un chiaro e forte segnale. Il consiglio allora è quello di ascoltare questo sintomo per andare ad eliminare la situazione che determina il doloeo piuttosto che sopprimere il sintomo stesso con farmaci.

In secondo luogo l'approccio corretto (soprattutto e in special modoi nei dolori allo stomaco) è quello olistico, cioè psicofisiologico. Lo stomaco è uno degli organi "privilegiati" per le somatizzazioni di stress ed ansie.

Nel caso del reflusso il bruciore sale dallo stomaco fino ad arrivare alla bocca. Se da svegli questo provoca dolore, di notte il bruciore provoca spesso colpi di tosse che svegliano il soggetto. E' comprensibile come questo disturbo sia invalidante perchè influisce anche sulla qualità del sonno. Se vogliamo trattare il dolore di stomaco notturno dobbiamo allora considerare anche le cause e soprattutto i rimedi.

Possiamo allora distinguere le cause in:

1. abitudini quotidiane

L'organismo ama la regolarità, e questo è soprattutto vero per l'alimentazione. Con i ritmi di oggi è difficile mantenere delle sane abitudini alimentari, ma in realtà per evitare l'instaurarsi del reflusso e il conseguente dolore notturno, la regolarità è essenziale

2. orari dei pasti

3. qualità dei pasti

4. quantitù dei pasti

5. stress e motivazioni psicologiche: lo stomaco risente molto dell'umore, della tensione emotiva che spesso si somatizza proprio in quest'area. Infatti quando si ha un senso di ansia questo si manifesta proprio nella parte alta dello stomaco. Non è solo lo stomaco a stare male, evidentemente è tutto l'organismo ad essere squilibrato.

Rimedi

Vediamo adesso come organizzare le nostre abitudini per eliminare o contrastare le cause che abbiamo elencato prima.

Orari: gli orari dovrebbero essere i più regolari possibile. Vale a dire che il pasto dovrebbe essere consumato sempre nello stesso orario e si dovrebbe lasciare sempre il giusto distacco tra un pasto e l'altro. Non si dovrebbero consumare pasti straordinari. I pasti in totale dovrebbero essere 3, con spuntini a base di frutta; fondamentale per evitare il reflusso è non coricarsi a stomaco pieno

QuPsicologiaalità del cibo: questa riveste la parte più importante di tutto il discorso. Con i tempi attuali si tende ad utilizzare cibi precotti, in scatola, surgelati che sono nemici della salute dello stomaco. I cibi dovrebbero essere freschi e di stagione. Le carni e il pesce andrebbero consumati con moderazione. Da preferire le carni bianche perchè quelle rosse logorano l'organismo; dovrebbero essere anche consumate fresche e non congelate. Lo stesso discorso vale per la pasta, i dolci impastati e le farine. Preferire farine integrali e/o dolci fatti in casa. Da evitare i prodotti di natura industriale perchè privi di naturalità; hanno cioè perso la parte vitale essendo stati stipati per tanti mesi. Eviatre le bibite gelate o troppo calde perchè le pareti dello stomaco si infiammerebbero causando dolore cronico. Evitare anche cibi acidi e grassi animali.

: se si ha un problema psicologico questo si ripercuoterà sul sistema nervoso e sul corpo facendoci deviare dalle sane abitudini discusse finora. Cercare, anche con tecniche rilassanti, di mantenere sempre la calma.

Ascoltare il proprio corpo

In definitiva, invece di prendere farmaci ascoltiamo il nostro corpo. Il sintomo è il modo in cui il corpo ci comunica che c'è qualcosa che non va. Un antidolorifico inibisce i centri nervosi ma così elimina il segnale stesso. Se il dolore di stomaco notturno persiste nonostante si siano considerate le cause e i rimedi, e se il sintomo persiste nonostante si siano assunte sane abitudini, è bene consultare un medico.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017