Excite

Dolore toracico destro: le cause e le soluzioni per il "mal di petto"

Un dolore al petto localizzato alla parte destra, a volte una fitta nella sezione centrale o un bruciore nel lato sinistro. A chi non è mai capitato? I dolori al petto sono spesso e banalmente collegati al cuore. Si tende subito a pensare che si tratti di un principio di infarto e ansia e preoccupazione montano velocemente facendo peggiorare la situazione. In realtà i dolori al petto sono collegati a diversi tipi di patologie o disturbi, spesso anche banali. Vediamo di cosa si tratta.

    Twitter

La paura di un infarto

Il dolore al petto che precede un infarto generalmente è sordo e molto intenso. Il dolore si manifesta in realtà come un senso di oppressione alla parte centrale del petto, la classica sensazione di avere un grosso peso che schiaccia la gabbia toracica. L’infarto, ad ogni modo, è spesso accompagnato da altri sintomi: il dolore ad esempio può estendersi alla mandibola, al dorso, alla spalla o al “classico” braccio sinistro di cui in taluni casi si avverte intorpidimento. Si possono riscontrare inoltre anche altri sintomi come difficoltà respiratoria, ipertensione, sudorazione e nausea. In tutti questi casi è fondamentale recarsi al pronto soccorso per un intervento tempestivo.

Stomaco e polmoni

A causare dolore al petto possono essere anche problemi legati ai polmoni o all’apparato digerente. Nel primo caso un’ipotesi potrebbe essere legata alla Pleurite, un’infiammazione della membrana che riveste i polmoni. In questo caso il dolore è parzialmente riconoscibile perché aumenta al momento dell’inspirazione. Il dolore al petto, inoltre, può essere causato da indigestione, gastrite, ulcera o reflusso gastroesofageo. Nei primi casi il dolore si manifesta come un bruciore alla parte alta dell’addome soprattutto quando lo stomaco è vuoto. Nel caso di reflusso gastroesofageo, invece, la sensazione di bruciore è al centro del petto. In tutti questi casi è necessario rivolgersi ad uno specialista.

Stress e dolori intercostali

Il più delle volte il dolore al petto può essere causato anche da disturbi “banali” considerati di semplice risoluzione. Stress e ansia, ad esempio, possono generare tutta una serie di disturbi psicosomatici tra cui, appunto, un dolore localizzato al petto. In questi casi conviene distrarsi, calmarsi, dedicarsi ad altro. Alla lunga possono giovare uno stile di vite meno ansiogeno e, se è il caso, l’aiuto di un terapeuta. I dolori al petto possono essere causati anche da dolori intercostali dovuti alle condizioni climatiche, a dei crampi, a degli sforzi eccessivi. In questo caso il dolore è localizzato sotto la gabbia toracica e non bisogna far altro che aspettare. Passerà da solo.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017