Excite

Ebola in Italia, medico di Emergency contagiato dal virus in Sierra Leone: ricovero d’urgenza a Roma

  • Getty Images
Update 25 novembre 2015: E' giunto in Italia il medico di Emergency contagiato dal virus Ebola. L'aereo che lo trasportava è atterrato a Pratica di Mare vicino Roma, all'aeroporto militare. Il contagiato è stato trasportato all'interno di una Aircraft Transit Isolators, barrella di sicurezza utilizzata in casi di malattie altamente contagiose ed è stato trasportato al reparto speciale dell'ospedale Spallanzani di Roma dovre verrà curato. -----------------------------------------------------------------------------------------

Un medico italiano del team internazionale di Emergency, impegnato da mesi in Sierra Leone, è stato infettato dal virus Ebola e verrà al più presto rimpatriato con un volo speciale ad alto biocontenimento nelle prossime ore.

Primo caso sospetto di Ebola in Italia, ansia per un medico tornato dall'Africa

La notizia dell'avvenuto contagio del volontario dell’associazione fondata da Gino Strada è arrivata stamattina, con tanto di conferma via Twitter della stessa organizzazione umanitaria e dichiarazioni alla stampa del ministro della Salute Beatrice Lorenzin, quest’ultima pronta ad assicurare la “massima vicinanza alla famiglia” a nome del governo.

Tra Italia, Spagna, Francia e Germania sono ormai ventuno i casi di infezione succedutisi da questa estate ad oggi dentro i confini europei, in prevalenza riguardanti missionari religiosi e sanitari in servizio in Africa occidentale, con particolare pericolo di contagio in Nuova Guinea, Liberia e Sierra Leone.

(Ebola, il virus africano che allarma l'Europa: i rischi di contagio secondo gli esperti)

Da stanotte il medico, da oggi ufficialmente paziente infetto da Ebola, sarà ricoverato all’ospedale Spallanzani di Roma, dove verranno attivate le procedure di emergenza previste per tali casi dall’Istituto Nazionale per le malattie infettive.

Le condizioni di salute dell'uomo, assicurano i responsabili dell'ong presente in Sierra Leone col centro malati di Lakka ed altre strutture di cura per la popolazione in difficoltà, sono al momento buone e non sembrano poter destare particolari preoccupazioni.

L'unità di crisi attivata presso la Farnesina e i mezzi messi a disposizione dell'Aeronautica Militare, garantiranno il rispetto delle misure di sicurezza necessarie al trasporto ed al ricovero del medico infettato da Ebola in Italia evitando qualsiasi tipo di diffusione del virus all'esterno.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017