Excite

Ecco la sostanza che ingeriamo ogni giorno e che provoca tumori

  • Youtube

È contenuto in tutti i dentifrici e nelle chewing gum commerciali, eppure è sotto la lente della ricerca da tanti anni. Stiamo parlando del fluoro, accusato di rallentare l’attività cerebrale. Secondo uno studio dei ricercatori di Harvard, infatti, pare esista un collegamento tra l’uso di questa sostanza e il deterioramento del cervello e, di conseguenza, del quoziente intellettivo: “I nostri risultati supportano la possibilità che le esposizioni al fluoruro producano effetti avversi sullo sviluppo neurologico dei bambini”, dichiarano in quel di Harvard.

E non si tratta di supposizioni lanciate al vento: una volta tirate le somme, le conclusioni sono state pubblicate sulla Environmental Health Perspectives, un’importante rivista medica governativa, organo del National Institute of Environmental Health Sciences degli Stati Uniti. In realtà già in passato il governo degli Stati Uniti si era visto costretto a chiedere alle aziende l’uso di un dosaggio minore di fluoro dopo che una ricerca ne aveva evidenziato il lgame con una serie di effetti tossici sul sistema nervoso.

Oggi, i ricercatori di Harvard, tornano sulla questione sostenendo che “i bambini nelle zone ad alta concentrazione di fluoro hanno QI significativamente inferiore rispetto a coloro che vivevano in aree a bassa concentrazione di fluoro. [Esso] attraversa rapidamente la placenta. L’esposizione al fluoruro per il cervello in fase di sviluppo, che è molto più suscettibile al danno causato da sostanze tossiche rispetto al cervello maturo, può eventualmente condurre a danni di natura permanente".

7 pesci dannosi per la salute

Ma le implicazioni non riguardano soltanto il quoziente intellettivo. Nel 1977, infatti, la Sezione Citochimica del National Cancer Institute rivelò come l’esposizione al fluoro stimoli la crescita di un tumore quando è presente a livelli minimi con un’accelerazione del 25%. Il dott. Dean Burk, a capo della sezione, stimò 10mila morti da fluorizzazione.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017