Excite

Echinacea per rinforzare le difese immunitarie: ecco come funziona

Una pianta/fiore utilizzata fin dagli Indiani d’America e considerata oggi uno dei rimedi naturali più efficaci nel trattamento di malattie infiammatorie ed infettive. L’echinacea rinforza il sistema immunitario. Ecco come funziona e quanto assumerne.

    Twitter

Un utilizzo storico

L’utilizzo dell’Echinacea come rimedio per contrastare le malattie arriva da molto lontano. Pare che i primi utilizzatori siano stati gli indiani del Nord America che la appoggiavano su ferite e ustioni per disinfettarle e cicatrizzarle e la ingerivano per combattere la tosse, il raffreddore, il mal di gola, la febbre e le malattie infiammatorie ed infettive. Le prime risposte ufficiali sull’utilizzo di questa pianta, però, arrivano nel 1915 quando la scienza spiegò come funziona l’Echinacea dimostrandone il meccanismo d’azione sul nostro sistema immunitario. Oggi la pianta si utilizza quindi per trattare malattie da raffreddamento, curare le ferite e potenziare il sistema immunitario .

Come funziona?

L’echinacea è una pianta immunostimolante che contiene echinacoside, una sostanza dall’azione antibiotica, antivirale e antinfiammatoria. Nell’echinacea sono presenti anche flavonoidi importanti per combattere virus, funghi e batteri. La pianta ha la capacità di rinforzare il sistema immunitario di bambini e adulti in quanto fa aumentare i leucociti, utili perché fagocitano e combattono gli agenti esterni dannosi per il nostro organismo. L’echinacea si rivela quindi particolarmente efficace soprattutto nella prevenzione delle infezioni acute delle vie respiratorie alte. Aiuta anche a far diminuire la tosse e ad alleviare il raffreddore.

Dosaggio e controindicazioni

Il dosaggio massimo giornaliero adatto a un adulto è di 4 grammi (se si utilizza l’estratto secco di radice), 8 ml (se si prende il succo fresco) o 5 ml (nel caso in cui si utilizzi la tintura madre). In ogni caso, anche se si tratta di un rimedio naturale, è indispensabile il consiglio di un erborista che saprà anche consigliarvi il formato più adatto. L’echinacea si rivela efficacissima soprattutto se assunta durante i primi sintomi di una malattia di raffreddamento. È però controindicata in pazienti in terapia immunosoppressiva (trapianti, malattie autoimmuni).

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017