Excite

Come farsi passare il sonno

Alla domanda perché dormiamo la scienza ha dato una quantità infinita di risposte. Nel corso degli studi ha rivelato informazioni riguardanti la sua durata, le cause che lo alterano, le manifestazioni che lo accompagnano. E in particolare come un sonno insufficiente possa compromettere nell’uomo il sistema immunitario e favorire alterazioni metaboliche. Quando una persona fa fatica a restare sveglia, compromettendo i suoi impegni quotidiani, è d’obbligo ricercare un "metodo" per farsi passare il sonno e riprendere il normale svolgimento delle attività.

Cause e rimedi

Per farsi passare il sonno il rimedio più naturale è prendere qualche caffè. Il caffè però non deve essere assunto in modo continuativo, nemmeno come medicinale poiché il suo elevato contenuto di caffeina crea dipendenza e assuefazione. Nell’uso terapeutico non si devono superare 2-3 tazzine al giorno. In genere dopo una bella dormita l’individuo recupera il sonno perso, se questo non dovesse accadere, e il malessere si prolungasse per lungo tempo, occorre consultare un medico per verificare il quadro clinico.

Un’altra causa del sonno è l’insonnia. Non riposare bene di notte, porta il soggetto ad addormentarsi durante il giorno. L’insufficienza di sonno e la fatica di addormentarsi induce l'inividuo ad utilizzare dei sonniferi ottenuti per sintesi chimica, con la conseguenza di trascinarsi durante la giornata sonnolenza residua. In sostituzione del medicinale, basterebbe assumere dei rimedi fitoterapici come l’arancio amaro, la lavanda, la melissa, la passiflora, il tiglio, la valeriana che sono sostanze sedative che inducono a un sonno naturale e ristoratore senza accusare torpore la mattina seguente e senza pericolo di dipendenza.

Nei casi più drastici,occorre rivolgersi a un medico, che prescriverà delle analisi per controllare il normale funzionamento della tiroide o eventuali carenze di ferro, altrimenti se il disturbo è patologico esistono dei centri specializzati che curano i disturbi del sonno. Per non avere sonno di giorno è opportuno riposare bene di notte. Questi centri dispongono di avanzate tecnologie che permettono di monitorare il paziente per verificare l’esistenza di alcune patologie come l’epilessia notturna, le apnee notturne oppure disturbi respiratori durante il sonno.

Consigli utili

Per non avere sonno durante il giorno e compromettere l’attività lavorativa, è utile seguire alcuni comportamenti corretti, affinché il menage quotidiano non risenta d'improvvisi contraccolpi causati da distrazione o astenia.

- Andare a dormire presto, dopo aver consumato una cena leggera.

- Mettersi al letto solo quando si ha sonno, altrimenti è preferibile spostarsi in un’altra stanza della casa.

- Prima di andare a letto non è consigliato fare sport, oppure giocare ai videogiochi o svolgere qualsiasi attività che possa stimolare la produzione di adrenalina.

- Evitare nelle ore serali l’uso di caffeina, di tabacco e di alcool .

- Non dormire in una stanza troppo calda.

- Non coricarsi con la televisione accesa.

- Non abusare di sonniferi.

Un disturbo da non sottovalutare

Trascorrere una giornata con gli occhi che si chiudono in continuazione, non è molto gratificante, però può succedere. Se si tratta di una sonnolenza temporanea, è sufficiente farsi una bella dormita e recuperare il sonno perso, se la sonnolenza si protrae per giorni e mesi, la soluzione per farsi passare il sonno va ricercata in una accurata diagnosi medica.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017