Excite

I 10 cibi velenosi che mangiamo tutti i giorni

Un’alimentazione sana allunga la vita e non si può dire che l'italianissima dieta mediterranea faccia male, anzi: fatto sta che persino i cibi apparentemente più salubri e per questo parte integrante del nostro patrimonio gastronomico, si rivelano rischiosi per la nostra salute se ingeriti in quantità fuori controllo o senza un’adeguata cottura. È questo il caso, secondo quanto emerso da recenti studi scientifici, di ortaggi o frutti di largo consumo, tutti ricchi di preziose proprietà ma allo stesso tempo potenzialmente velenosi. [Foto: Twitter @varesereport, @gmobot, @SunKuWriter, @STILENATURALE, @Nonsprecare, @BarchiesiCinzia, @AOL, @BensosEcodeterg, @lorenzgiusti, @ClorophillaVeg]

Un test per capire se gli antibiotici servono o no?

Ciliegie, da mangiare con moderazione possibilmente evitando di ingerire il nocciolo contenente acido cianidrico
Fagioli: se consumati crudi sprigionano una sostanza tossica nota come fitoemoagglutinina
Fagioli: se consumati crudi sprigionano una sostanza tossica nota come fitoemoagglutinina
Funghi, in molti casi ad elevato rischio tossicità
Mandorle: anche in questo caso, la quantità eccessiva favorisce reazioni negative dell'organismo
Mele, i cui semi contengono amigdalina
Mele, i cui semi contengono amigdalina
Noce moscata, a rischio per la presenza di miristicina
Patate: non vanno sottovalutati gli effetti della solanina che si annida all'interno della buccia e dei germogli
Pesce palla, velenoso per le temibilissime tetradossine di fegato e pelle
Pomodori, meno tossici di altri alimenti ma comunque poco salubri se mangiati in grandi quantità
Rabarbaro: contiene acido ossalico che può danneggiare il funzionamento dell'apparato renale
Rabarbaro: contiene acido ossalico che può danneggiare il funzionamento dell'apparato renale

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018