Excite

Fumo, divieto in auto a tutela di donne incinte e bambini: immagini shock sui pacchetti e nuove sanzioni

  • Twitter @quotidianodirg

Stretta sul fumo con sanzioni severe nei confronti di esercenti e consumatori indisciplinati: il Ministero della Salute conferma nero su bianco la linea dura contro le “sigarette facili” e dopo l’ok del Cdm le nuove norme che recepiscono la direttiva Ue sul tabacco sono pronte ad entrare in vigore.

Il governo promette nuove norme anti-fumo: no al consumo facile di sigarette

Tra le misure previste nel decreto emanato ieri dal governo, c’è lo stop imposto ai fumatori in auto a tutela di donne incinta e minori presenti a bordo del veicolo, mentre il preesistente divieto nei locali pubblici viene esteso anche a cortili e pertinenze degli ospedali pediatrici.

Il cuore del provvedimento, però, è rappresentato dal giro di vite sulla vendita dei pacchetti di sigarette ai più giovani, inibiti all’acquisto di confezioni di qualsiasi tipo già da leggi preesistenti e adesso “protetti” da ulteriori proibizioni riguardanti e-cig che contengano nicotina ma soprattutto con durissime sanzioni ai negozianti trasgressori.

Le parole d’ordine “qualità e sicurezza contraddistinguono le linee guida del Ministero della Salute sul commercio di “bionde” classiche e prodotti di nuova generazione, a difesa in primo luogo dei bambini e delle categorie maggiormente esposti ai rischi del fumo passivo.

(Legge anti-fumo, Razzi e Scilipoti tra i promotori del "giro di vite" contro le sigarette)

Novità importanti anche per l’estetica delle confezioni, orientata dalla normativa dettata dal Ministero di Beatrice Lorenzin verso un’informazione sempre più “invasiva” ed esplicita sui danni alla salute prodotti dalle sigarette di ogni genere: oltre il 60% dell’involucro in futuro sarà occupato da immagini shock e avvertenze.

Tanti i punti controversi del provvedimento, al centro di un dibattito già alla vigilia dell'emanazione e adesso oggetto di una pesante ondata di critiche dei fumatori (vip e comuni cittadini) in giro per la rete con decine di interventi polemici sui principali social network.

Spariranno dalla circolazione, in virtù delle regole approvate ufficialmente dall’ultimo Cdm presieduto da Matteo Renzi, i pacchetti da 10 particolarmente richiesti dai giovani in virtù del prezzo ridotto, così come le confezioni di tabacco da arrotolare dal peso inferiore ai 30 grammi.

Pubblicità, commercio online, tracciabilità dei prodotti venduti, disincentivi indiretti al consumo e lotta al traffico illecito gli altri assi portanti del decreto anti-fumo destinato secondo il ministro della Salute a produrre i primi effetti entro la fine dell’anno.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017