Excite

Fumo, nel 2012 potrebbe arrivare il vaccino

L'azienda farmaceutica GlaxoSmithKline ha avviato gli studi di fase 3, ossia quelli finali sull'uomo, per il vaccino antifumo. Presto, dunque, per i più incalliti fumatori decisi a smettere una volta per tutte potrebbe arrivare la soluzione più efficace.

Se quest'ultima fase della sperimentazione dovesse dare esito positivo il vaccino potrebbe essere commercializzato già nel 2012. Il farmaco è testato su 1.600 pazienti tra i 18 e i 65 anni, a questi il vaccino viene somministrato una volta al mese per sei mesi.

Ma come agisce questo medicinale? A quanto pare il vaccino antifumo stimola il sistema immunitario a produrre anticorpi che bloccano la nicotina impedendole di arrivare al cervello. Come evidenziato da Il Corriere della Sera, in questo modo la sigaretta smette di dare sensazioni piacevoli.

Di pareri diversi i volti noti. Sul qutodiano si legge che la notizia ha entusiasmato l'attore e regista Carlo Verdone, il quale ha detto: "Datemelo di corsa, lo provo subito... Ormai fumo in maniera gestuale, anche nei momenti inutili, accendo a raffica. Se non contiene sostanze che fanno male lo proverò assolutamente. Anzi, dovrebbero farselo tutti".

Il ct della nazionale Marcello Lippi ha invece affermato: "Sono contento di fumare, da 25 anni mi concedo quei cinque, sei sigarini e sto bene così. Mai di mattina, non mi piace, sempre dopo pranzo. Chi sta a 50 sigarette però farebbe bene a provarlo".

La showgirl Valeria Marini ha sostenuto di non fidarsi dei vaccini, mentre il presentatore di "Affari Tuoi" Max Giusti ha detto: "Sono un consumatore moderato, per me non serve. Ma lo darei volentieri a mio padre che si fa 4 pacchetti al giorno. Basta non diventi obbligatorio, come la cintura di sicurezza, ognuno sia libero di scegliere".

Secondo lo scrittore Sandro Veronesi, che ha smesso di fumare un mese fa, si rischia di creare una nuova dipendenza. "Ho ancora tanta voglia di sigarette, ma non ci ricasco, sono sicuro, anche se non sono riuscito a dire basta per 35 anni - ha affermato Veronesi - Comunque non credo che mi vaccinerei, il vizio del fumo non è mica un virus. Si rischia un pastrocchio psicologico, ti liberi dalla nicotina e ti crei un altro tipo di dipendenza. Allora tanto vale che continui col tabacco".

Per Gigi Proietti, che ha tentato più volte invano di dire basta alla nicotina, bisogna fare in fretta. "Che si sbrighino con questo benedetto vaccino, voglio smettere, fa malissimo, sono un peccatore pentito - ha detto Proietti - Per il 2012 spero di non averne più bisogno, ho promesso che con l'anno nuovo... Certo dopo cena ti viene voglia... E senza nicotina di botto si resta nervosi... Ho provato a disintossicarmi con la pipa. Troppo laboriosa, dopo averla caricata e accesa ero così nervoso che per calmarmi ci voleva giusto una bella sigaretta".

 (foto © LaPresse)

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017