Excite

I sintomi della celiachia nel bambino

Riconoscere i sintomi della celiachia nel bambino è un passo molto importante per aiutare a combattere questo problema fin dall’infanzia. Prima, perciò, è necessario inquadrare la situazione, conoscendo l’argomento: le celiachia è un’intolleranza cronica al glutine, sostanza contenuta in molti cereali. I disturbi possono essere vari e generalmente, nel caso di un bambino, fino al settimo-ottavo mese è impossibile capirlo, in quanto l’alimentazione non prevede consumo di alimenti contenenti glutine. Quando vengono introdotte le pappe allora bisogna prestare attenzione a eventuali reazioni anomale. Tuttavia, è bene ricordare sempre che questa intolleranza può essere a lungo asintomatica.
    Getty Images

Come riconoscere i sintomi della celiachia nel bambino

I sintomi più comuni della celiachia nel bambino sono mal di pancia, gonfiore addominale, costipazione, diarrea. Anche il vomito frequente può essere un indicatore dell’intolleranza al glutine nel piccolo. D’altra parte il problema può manifestarsi anche in forme che non riguardano l’apparato gastrointestinale. Tra i sintomi della celiachia nel bambino ci sono i disturbi della crescita e l’inappetenza. Un altro aspetto da tenere in considerazione è quello dell’eccessivo affaticamento o dell’irritabilità, elementi che spesso non vengono associati a questo tipo di intolleranza. Si tratta di sintomi generici che possono anche non riguardare disturbi fisici. Di fronte a questa quadro, però, non bisogna allarmarsi: bisogna consultare il pediatra che può consigliare gli esami clinici opportuni per verificare se il bambino è celiaco.

Come scoprire la celiachia

La celiachia non diagnosticata può provocare patologie gravi, tra cui anche il diabete e l’epatite. Per questa ragione è necessario individuare per tempo la presenza della intolleranza che del resto non richiede cure specifiche: basta semplicemente l’eliminazione del glutine dall’alimentazione. Una rinuncia che porta molto benefici. Lo strumento per arrivare a una diagnosi precisa, si fanno analisi del sangue. Ma la conferma definitiva avviene di solito attraverso la biopsia intestinale. Questo tipo di esame invasivo non deve però preoccupare: è molto più pericoloso ignorare l’esistenza del problema.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017