Excite

I test da fare in gravidanza mese dopo mese

La gravidanza è un periodo intenso e frenetico anche dal punto di vista dei controlli. Sono molti e frequenti, infatti, gli esami che vanno effettuati durante i nove mesi. Molti di questi devono essere fatti durante un arco di tempo ben preciso e i nove mesi vanno affrontati step by step per accertarsi sempre della salute della mamma e del bambino. Questi di seguito sono gli esami più comuni ma ricordate che il calendario dei controlli va fissato con il medico che saprà valutare il singolo caso e la singola futura mamma.

    Facebook

PRIMO TRIMESTRE

Delle approfondite analisi del sangue andrebbero fatte prima possibile, addirittura prima della gravidanza stessa se si ha intenzione di concepire un bambino. Entro i primi tre mesi vanno comunque analizzati gruppo sanguigno e fattore Rh Emocromocitometrico completo, Piastrine, Ht e resistenze globulari. Vanno analizzati anche azotemia, creatininina, bilirubina, Transaminasi e fatte le analisi per epatite e Hiv. Tra gli esami da fare anche quelli del complesso Torch (Toxoplasmosi, rosolia, herpes, citomegalovirus) e l’esame completo delle urine. Andrebbe fatto anche un tampone vaginale per escludere la presenza di malattie infettive, un Paptes e una colposcopia. Alla decima settimana di può fare l’ecografia che può prevedere la data del parto.

SECONDO TRIMESTRE

Dopo l’undicesima settimana (e prima della quattordicesima) va effettutato il Bi-Test che permette di calcolare un indice di rischio per le patologie cromosomiche. All’inizio del quarto mese vanno rifatte le analisi, si controlla scrupolosamente la pressione e si tiene conto del peso. Curva del glucosio e doppler per arterie uterine sono consigliati. All’inizio del quinto mese, tra le 18° e la 22° settimana, si fa un’ecografia morfologica del feto. In queste settimane si fa anche un esame delle urine completo.

TERZO TRIMESTRE

All’inizio del sesto mese si fa Elettroforesi proteica Emocromo con formula ed Ht Test di Coombs indiretto (se Rh negativo), Sideremia, Controllo della pressione arteriosa, Controllo del peso Alfa-fetoproteina, urinocoltura ed Abg. Alla trentesima settimana si fa un’ecografia per valutare l’accrescimento del feto e si rifanno le analisi complete. È consigliata anche una flussimetria doppler del cordone ombelicale. Analisi con conta delle piastrine e test di Coombs indiretto, insieme all’analisi delle urine, si ripetono anche durante l’ottavo mese. Si fa una uricemia, si ripetono tampone vaginale e colposcopia. Tutte queste analisi del sangue vanno ripetute ogni mese e quindi anche al nono.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017