Excite

Il dolcificante aumenta il rischio leucemia?

"Il caffè lo prendo con il dolcificante" capita spesso di ascoltare questa frase. Qualcuno per gusto personale, altri per motivi di linea evitano lo zucchero standard preferendo questa tipologia. Il dolcificante fa male? Il sucralosio, una tipologia ipocolarica, è finito sotto la lente di ingradimento degli scienzianti.

In particolare una ricerca dell'Istituto Ramazzini di Bologna fa sapere che questo tipo di dolcificante sarebbe associato all'aumento del rischio di insorgenza della leucemia. 457 topi maschi e 396 femmine sono stati alimentati con dolcificanti a base di sucralosio notando appunto l'aumento dell'incidenza di tumori, in paricolare della leucemia.

Stevia: proprietà e caratteristiche di un nuovo dolcificante naturale

"Questo studio non supporta precedenti dati secondo i quali il sucralosio è biologicamente inerte. Sono necessari maggiori studi per dimostrare la sicurezza del sucralosio, inclusi nuovi e più adeguati bioesami sui ratti. Considerato che milioni di persone sono probabilmente esposte a questa sostanza, studi di follow up sono urgenti" spiegano i ricercatori che insistono sulla necessità di accertamenti rapidi.

Va precisato che nel corso di 20 anni di studi con 110 ricerche proprio sul sucralosio in nessun caso è emerso un legame con il cancro. Il dolcificante fu scoperto nel 1976 e nel 2002 ottenne l'approvazione per l'uso umano, è quattro volte più dolce dell'aspartame e non si degrada con il caldo. La Heartlands Food Products ha ovviamente smentito le conclusioni cui sono giunti i ricercatori italiani assicurando che “il sucralosio è sicuro e non causa tumori”.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017