Excite

Il fumo e gli effetti negativi sull'intelligenza

Fumare molto diminuisce il quoziente intellettivo (QI). E' quanto sostiene uno studio condotto da Mark Weiser del Sheba Medical Center di Tel Hashomer di New York, pubblicato sulla rivista Addiction e ripreso da Kataweb.it. Secondo lo studio l'abitudine a fumare sigarette avrebbe conseguenze negative sul cervello.

Lo studio ha esaminato 20.211 reclute militari israeliane di 18 anni, il 58 per cento delle quali fumava già al momento di entrare nell'esercito. Le reclute sono state sottoposte ai test standard per misurare il quoziente intellettivo ed è emerso che in media i non fumatori raggiungono un valore di 101, mentre i fumatori di 98.

Non solo. Il valore del QI muta in relazione a quante sigarette fumato, da una a cinque al giorno il QI medio è di 94, mentre per un pacchetto al giorno è di 90. Secondo gli esperti non sono tanto le sigarette ad incidere sull'intelligenza, piuttosto è ipotizzabile che coloro che partono da un QI più basso sono più propensi a prendere il vizio.

 (foto © LaPresse)

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017