Excite

Il latte di mandorla è pericoloso per i neonati?

  • Getty Images

Il latte di mandorla è pericoloso per i neonati? La domanda si fa sempre più insistente tra le mamme che ora trovano una risposta piuttosto chiara grazie ai ricercatori dell'Università di Valencia. Gli studiosi hanno lanciato l'allarme come spiega la rivista Pediatrics: "Pediatri e genitori devono essere consapevoli che le bevande a base di vegetali non sono un alimento completo e non possono sostituire l’allattamento al seno o il latte artificiale".

Si è arrivati alla conclusione dopo aver seguito un bambino nutrito con latte di mandorla dai due agli unidici mesi su consiglio del medico. Risultato? Il neonato ha sviluppato fratture alle ossa, carenza di vitamica C, livelli anomali di vitimaina D. Tutti sintomi che hanno fatto pensare allo "scorbuto" conosciuto anche come "la malattia dei marinai".

Evitare il soffocamento da rigurgito con semplici consigli

Una condizione però molto pericolosa, in questo caso il bambino aveva sviluippato un'infiammazione alla pelle che aveva convinto il medico a scegliere un'alimentazione a base di latte e farina di mandorle, cerali come riso e miglio. Il neonato rifiutava frutta e verdure preparate in casa trovandosi quindi alle prese con una dieta carente che portava stanchezza fino a non reggersi in piedi e a provare dolore appena toccato.

Il ritono ad una dieta equilibrata con vitamine D e C extra hanno portato in tre mesi il bambino di nuovo in forma con i valori nella norma. Il caso di Valencia non è ovviamente isolato ma rappresentativo e richiede valutazioni mediche e familiari più attente.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017