Excite

Il Welfare pronto a vietare alle minorenni la chirurgia estetica al seno

Il ministero del Welfare ha deciso di intervenire e porre un freno al dilagare della mastoplatica additiva tra le ragazzine minorenni. Basta quindi al seno rifatto per le ragazze sotto i 18 anni. Francesca Martini, sottosegretario al Welfare, ha fatto sapere: "Stiamo pensando, insieme alle società scientifiche e ai chirurghi plastici di produrre delle linee guida in cui si vieti l'impianto di protesi mammarie alle ragazze sotto i 18 anni".

Nel corso della presentazione di una ricerca sulla medicina estetica, la Martini ha spiegato: "E' fondamentale informare le pazienti che questo tipo di intervento è un atto medico che presenta rischi e controindicazioni". L'obiettivo del ministero, inoltre, è quello di istituire un registro nazionale, su base regionale, delle protesi mammarie impiantate e poi arrivare a una vera e propria banca dati nazionale "per avere un quadro epidemiologico del fenomeno, perché al momento non sappiamo quante donne si sottopongono a interventi del genere".

Secondo un'indagine sulle italiane e gli interventi di chirurgia estetica, realizzata dalla Swg su un campione di 500 donne di età compresa tra i 16 e i 45 anni, sono 25mila le donne che si sottopongono a un intervento di chirurgia estetica per rifarsi il seno. Il 49 per cento delle donne intervistate, inoltre, ha affermato che avere un seno prosperoso aumenta l'autostima e migliora la percezione di sé. L'indagine ha mostrato, di certo, dati sui quali riflettere.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017