Excite

Infermiere sardo contagiato da virus Ebola, condizioni non critiche. Tre pazienti in quarantena

  • Twitter @fam_cristiana

Non sembrano gravi al momento le condizioni dell’infermiere sardo di 37 anni, ricoverato all’ospedale Spallanzani in seguito al manifestarsi dei sintomi tipici del virus Ebola al ritorno in Italia dalla Sierra Leone.

Medico ricoverato a Roma coi sintomi di Ebola: era di ritorno dalla Sierra Leone

La conferma della notizia è arrivata oggi direttamente dai massimi responsabili sanitari del nosocomio laziale, centro di riferimento in Italia per la cura delle malattie infettive, in una conferenza stampa dedicata al caso del giovane volontario di Sassari dal morbo africano nei giorni scorsi.

In quarantena dopo la diagnosi effettuata dai medici di Roma, si trovano altre tre persone con le quali l’uomo affetto da Ebola era venuto a contatto nella fase di incubazione del virus, che coincide con l’insorgenza della febbre e di sintomi di vario tipo.

In servizio nei mesi nelle zone ad alta concentrazione dell’epidemia per conto di un’associazione umanitaria da tempo mattina in Sierra Leone, l’infermiere sassarese aveva iniziato ad avvertire malessere influenzale domenica mattina, quando grazie alla segnalazione di alcuni colleghi sono state attivate tutte le procedure di presa in carico del paziente in Italia.

(Volontario trasportato su volo militare dall’Africa in Italia per le cure allo Spallanzani)

Nessuna opzione terapeutica è stata esclusa in partenza dalla struttura curante, compresa la donazione di sangue da un paziente guarito in ossequio alle direttive impartite a riguardo dal centro di coordinamento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

“Trascurabili”, secondo quanto garantito personalmente dal direttore scientifico dello Spallanzani Giuseppe Ippolito poche ore fa, i rischi di contagio del virus Ebola nei confronti di altri soggetti eventualmente entrati in contatto col trentasettenne volontario sassarese rientrato in patria dalla missione in Africa.

Costante il monitoraggio, assicura l’assessore regionale alla Sanità della Sardegna Luigi Arru, delle condizioni delle 3 persone sottoposte alla quarantena: in isolamento presso l’ospedale Sacco di Milano si trova anche una donna della Sierra Leone per la quale si sospetta l’infezione per contagio avvenuto poche settimane fa in un’area a rischio epidemia.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017