Excite

Influenza, il picco previsto dal 31 gennaio al 13 febbraio

I casi di influenza A sono ormai all'ordine del giorno e preoccupano sempre di più gli italiani. Il virus non è più considerato una pandemia, ma una semplice forma di febbre di stagione, che può danneggiare soprattutto chi ha già un quadro clinico difficile. Quindi il Ministero della salute ha tranquillizzato la popolazione e ha offerto consigli per il picco in arrivo.

Infatti, dal 31 gennaio al 13 febbraio si prevede un aumento dei caso di influenza e si calcola che saranno dai tre milioni e mezzo ai cinque milioni le persone che dovranno affrontare la febbre e i sintomi che ne derivano. Pur non essendo molto dannosa, la mattia può essere prevenuta attraverso semplici regole di igiene, soprattutto per quanto riguarda i bambini.

Il Ministero della Salute ha voluto dare un altro importante consiglio: 'Non usare gli antibiotici per curare l’influenza, in quanto il loro utilizzo non è solo inutile, ma anche potenzialmente nocivo, poiché, oltre a risultare inattivi contro le infezioni virali, se assunti in maniera indiscriminata favoriscono la selezione di germi resistenti'.

Il vaccino è efficace per quest'influenza e si raccomanda che venga fatto soprattutto ai più piccoli, di cui il 60% sarà a letto proprio in questi giorni. Tale percentuale è dovuta a una scarsa vaccinazione preventiva da parte delle famiglie, per questo si auspica che la prevenzione sia un dovere da parte dei genitori.

Foto: Flickr

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017