Excite

Influenza estiva 2015: ecco quali sono i sintomi

L’influenza estiva 2015 sta mettendo a letto migliaia di italiani, nonostante il grande caldo. I sintomi per riconoscerla sono abbastanza semplici. Prima di tutto c’è l’insorgenza dell’inappetenza: la mancanza di fame è infatti un segnale spesso trascurato, associato magari alle elevate temperature che fanno generalmente diminuire l’appetito. Lo stessa reazione viene innescata davanti alla stanchezza: il pensiero va al fatto che si trascorrono le notti insonni a causa del forte caldo e quindi le energie vengono meno nell’arco della giornata. Invece, senza comprenderlo in tempo, potremmo essere di fronte all’arrivo della febbre nel cuore dell’estate.
    Dal web Wikipedia

I principali sintomi per conoscere l'influenza estiva 2015

Tra i sintomi dell’influenza estiva 2015, ci sono anche quelli intestinali. Il virus, infatti, aggredisce l’apparato digerente, provocando senso di nausea, portando - nei casi peggiori - al vomito. Inoltre, è possibile che arrivi mal di pancia con scariche di diarrea: la malattia può protrarsi anche 4-5 giorni, anche se nella maggioranza dei casi va via dopo un paio di giorni. Ma è necessario che la persona influenzata stia attenta a curarsi, evitando di sottoporre l’organismo a sbalzi di temperatura. Uno degli errori più comuni è quello di pensare che siccome c’è un clima caldo non si espone il fisico a dei fattori di rischio. Eppure basti pensare a quante volte c’è un utilizzo completamente sbagliato dell’aria condizionata con passaggi repentini da 35°C (o anche di più) a 20°C. In genere la differenza deve essere contenuta in 5°C, massimo 6°C. Per questo consigliamo un uso intelligente pure del ventilatore: mai puntarlo sulla propria persona, meglio porlo all’altezza della gambe.
    Dal Web Quotidianodiragusa.it

Come evitare l'influenza estiva 2015

Latosse secca è infine uno dei sintomi più chiari da interpretare dell’influenza estiva 2015. L’arrivo di questo fastidio non può essere frainteso: si tratta di uno stato di debilitazione.
E quali precauzioni è possibile assumere dinanzi alla febbre d’estate? Oltre all’attenzione rispetto agli sbalzi termici, è opportuno garantire un’adeguata idratazione al corpo che potrebbe essere indebolito dalla perdita di liquidi nell’arco della giornata. Dunque, bere 2 litri e mezzo di acqua può aiutare a contrastare l’arrivo dell’influenza.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017