Excite

Invecchiamento, una proteina può indicare la "vera" età dell'organismo

Gli stili di vita da noi adottati possono rendere diversa l'età del nostro corpo da quella cronologica. Per misurare l'effettiva età del nostro organismo potrebbe essere sufficiente un semplice prelievo di sangue. A quanto pare, infatti, nel sangue è presente una proteina, la p16INK4a, che costituisce un vero e proprio termometro molecolare dell'invecchiamento.

Quando si invecchia, infatti, la quantità di questa proteina aumenta. A parità di età, inoltre, questa proteina aumenta più rapidamente nel sangue di chi fuma o di chi conduce una vita sedentaria. A fare questa scoperta i ricercatori della University of North Carolina presso Chapel Hill, Lineberger Comprehensive Cancer Center diretti da Norman Sharpless. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Aging Cell.

Sembra che la p16INK4a sia prodotta da un gene soppressore dei tumori e per misurare la sua quantità nel sangue sarebbe sufficiente un test rapido basato su un prelievo. In questo modo si potrebbe misurare l'età dell'organismo di un individuo, ma anche l'età di un organo da trapiantare.

Nel corso del loro studio i ricercatori hanno constatato che la p16INK4a cresce esponenzialmente al crescere dell'età dell'individuo e che il suo aumento è ancora più repentino se la persona adotta cattivi stili di vita. Gli esperti hanno spiegato: "Sebbene non sappiamo se il test con p16INK4a rifletta in modo attendibile l'età cellulare di tutti gli organi e tessuti crediamo questo sia il primo passo per ideare un metodo di misura dello stato di salute di un organo da trapianto, di quanto un paziente si riprenderà da un intervento e di quanto un malato oncologico soffrirà la tossicità da farmaci".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017