Excite

Ipersensibilità dello stomaco: cosa fare per aiutare la digestione

Quando parliamo di “peso sullo stomaco”, tante volte ci riferiamo a quella che è l’ipersensibilità dello stomaco. Quindi cosa fare di fronte a questo problema? La domanda è scontata e fortunatamente i rimedi ci sono. Ma prima di tutto bisogna conoscere il “nemico”, che porta il nome tecnico di dispepsia, più comunemente detto cattiva di gestione. La parziale buona notizia è che il disturbo è legato allo stile di vita che conduciamo. Alimentazione scorretta, pasti consumati in fretta, stress e nervosismo sono la prima fonte dell’ipersensibilità dello stomaco. Quindi è opportuno investigare, con l’aiuto di un medico, il motivo per cui si avvertono sintomi fastidiosi come pesantezza, gonfiore e ancora peggio il bruciore, il reflusso gastrico e la nausea.
    Getty Images

I consigli per combattere l'ipersensibilità dello stomaco

Cosa fare quindi contro il problema dell’ipersensibilità dello stomaco? Prima di tutto occorre fare gli adeguati accertamenti clinici per riscontrare la presenza dell’Helicobacter Pylori o di intolleranze più o meno gravi. Per questo è consigliabile fare il test per la celiachia. Se dagli esami emerge che il problema non è fisico, allora occorre correggere la propria alimentazione e ovviamente seguire uno stile di vita meno nevrotico. La dispepsia funzionale, infatti, è una problematica esistente solo nei Paesi sviluppati, in quanto è correlato - come accennato - in precedenza all’obesità o allo stress. Dunque per contrastare l’ipersensibilità dello stomaco bisogna seguire alcuni semplici consigli: svolgere un’attività fisica regolare (almeno tre sessioni di allenamento di 30 minuti ciascuna a settimana, meglio se sono quattro le sessioni) in linea con la propria preparazione perché sforzi eccessivi possono creare effetti contrari;favorire la digestione con passeggiate dopo i pasti (è assolutamente sconsigliato distendersi o sedersi), stando attenti a non consumare la cena troppo tardi; mangiare poco e spessoper non affaticare l’apparato digestivo; evitare alimenti acidicome pomodori agrumi; moderare il consumo di alcol, caffè e tè.

Cosa fare per non peggiorare l'ipersensibilità dello stomaco

Una cosa da non fare di fronte all’ipersensibilità dello stomaco è quella di assumere medicinali senza ascoltare il medico. Di sicuro gli antiacidi e i farmaci procinetici hanno un buon effetto sui sintomi della dispepsia, eliminando i sintomi grazie alla riduzione dell’aria nello stomaco o alla facilitazione dello svuotamento dell’apparato gastrico. In ogni caso, comunque, vanno evitate cure “fai-da-te” specie se prevedono uso di farmaci.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017