Excite

La dipendenza dal gioco si studia attraverso i topi

Per capire i meccanismi che portano alla dipendenza dal gioco sono stati studiati i comportamenti dei topi e si è scoperto che alla base dell'"azzardo patologico" ci sarebbero disfunzioni del neurotrasmettitore serotonina. A condurre lo studio, pubblicato sulla rivista Neuropsychopharmacology, Catharine Winstanley della University of British Columbia presso Vancouver.

Fino ad oggi è stato complicato studiare questa dipendenza perché non sono stati trovati modelli animali adatti. Adesso sembra che i ricercatori abbiano constatato che i topi rappresentano un buon modello di studio. Per analizzare la possibile origine dei problemi legati al gioco, i topolini sono stati messi in condizione di scegliere tra varie "puntate", per ognuna avevano un diverso quantitativo di zollette di zucchero. Maggiore era la posta in gioco, ossia il numero di zollette relativo a una certa puntata, minore la probabilità di vincere.

In poco tempo i topolini hanno imparato a fare la puntata migliore, ossia quella con il miglior rapporto numero di zollette/probabilità di vincere. La Winstanley ha però, poi, spiegato: "Quando abbiamo somministrato ai ratti un farmaco che riduce i livelli di serotonina gli animali non erano più capaci di scommettere e si davano all'azzardo folle. Invece dando loro un farmaco che blocca il recettore specifico della dopamina, D2, aumentavamo nella performance di scommettitori. Ciò avvalora l'ipotesi che serotonina e dopamina sono coinvolte nell'azzardo patologico e che farmaci che agiscono su questi sistemi potrebbero migliorare o peggiorare la capacità umana di scommettere".

La riceractrice ha aggiunto: "Ma questi risultati sono anche importanti perché indicano che i ratti sono in grado di cimentarsi nel gioco d'azzardo e potrebbero essere usati come modello di studio per testare nuove terapie. Nonostante stia aumentando a dismisura nella nostra società anche a causa dell'aumento della popolarità del gioco online, i trattamenti per la dipendenza da gioco sono limitati e spesso inefficaci. Crediamo che il nostro studio fornisca un importante contributo in questo ambito della ricerca".

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017