Excite

Mangiare solo proteine è dannoso?

La dieta proteica è un regime alimentare che comporta l'assunzione esclusiva, o quasi, di proteine che possono essere sia di origine animale (carne bianca e rossa, pesce, formaggi, salumi e uova) sia di origine vegetale (in primis i legumi come i fagioli). Questo tipo di alimentazione è in grado di portare ad un notevole calo ponderale grazie al ridotto importo calorico ed all'elevato senso di sazietà. Ma la domanda che sorge spontanea è: mangiare solo proteine è dannoso? Ecco la risposta.

Dieta iperproteica? Mai senza consiglio medico

Molte sono ormai le diete 'ufficiali' che propongono di mangiare solo proteine, alcune delle quali stanno ottenendo molto successo, grazie ai risultati immediati notevoli e soprattutto alla pubblicità ottenuta dal loro impiego da parte di molti personaggi famosi. Questo aspetto rappresenta il primo problema di questo tipo di diete, infatti, a prescindere dai pareri dei vari medici, l'alimentazione iperproteica deve essere affrontata dietro consiglio e guida di un medico e previa analisi del sangue per valutare la funzionalità renale.

Questo perché con l'assunzione esclusiva di proteine si ha la produzione di molti corpi chetonici che passando nel sangue possono indurre seri problemi sia di tipo cardio vascolare che renale in persone predisposte. Anzi secondo uno studio condotto dall'Anses, l’Autorithy francese della sicurezza alimentare, i possibili danni si esplicherebbero anche su individui senza problematiche pregresse ed interesserebbero anche il fegato e l'apparato digerente. In molti casi per ridurre questa problematica alcuni medici consigliano integratori 'basici' in grado, sulla carta, di legare i corpi chetonici, ma che in realtà risultano inutili, sia per l'acido cloridrico incontrato nello stomaco sia per la quasi impossibilità di 'raggiungere' i corpi chetonici nel sangue.

Di contro i medici che prescrivono questo tipo di dieta sostengono che l'attività fisica, grandi quantità d'acqua (oltre 2 litri) e la presenza di legumi, sia in grado di eliminare il rischio di danni all'organismo in individui sani, soprattutto per brevi periodi (al massimo un mese).

La risposta dei medici? Meglio una dieta equilibrata

Resta comunque indirizzo comune per i dietologi, almeno in Italia, che una dieta equilibrata e completa sia la migliore per il nostro organismo, sia per un adeguato calo ponderale (legato all'orizzonte temporale) sia per gli eventuali danni a livello dell'organismo. Ad esempio l'impiego dei carboidrati (zuccheri complessi) non solo non indica immediata trasformazione in tessuto adiposo ma anzi permette di ottenere una sazietà a lungo termine ed un corretto smaltimento dei grassi senza la liberazione dei dannosi, anche se sazianti, corpi chetonici.

Ciò che si deve fare per dimagrire

A prescindere che per perdere peso si pensi di mangiare solo proteine, quando si deve perdere peso, è fondamentale quindi, in primis, riferirsi ad un medico nutrizionista con il quale decidere, grazie anche ad analisi serie e precise, il regime alimentare da utilizzare, valutandone i pro ed i contro in funzione soprattutto delle caratteristiche individuali.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017