Excite

Mania delle pulizie in Psicologia: come superarla?

Lavare, mettere in ordine, spolverare e pulire per gran parte del giorno è quello che fanno tutte le casalinghe. Spesso però stare così tanto in casa porta a una vera e propria mania per le pulizie, che in molti casi sfocia in una forma di depressione e ansia preoccupante. La mania delle pulizie è in psicologia uno dei temi più discussi, diverse sono le manie e diverse sono le cause.

Può la pulizia diventare un'ossessione?

La mania per l’igiene e per la pulizia è detta rupofobia, in genere chi ne è soggetto è terrorizzato dai germi, dallo sporco e dal disordine. Spesso chi ha questo tipo di fissazione è portato ad avere tutto sotto controllo, anche ciò che normalmente non può essere controllato come i batteri e i germi. Il problema, nella maggior parte dei casi, deriva dal tipo di educazione, da genitori molto rigidi, da qualche trauma o più semplicemente da una fissazione momentanea dovuta a periodi stressanti. In casi, non tanto rari, invece, si tratta di una vera e propria malattia che va curata, con l'aiuto di uno psicoterapeuta. Si tratta di un disturbo che colpisce circa il 3% della popolazione, detto disturbo ossessivo-compulsivo. I temi più comuni sono appunto quelli che riguardano i pensieri ricorrenti sullo sporco e la contaminazione legati a rituali ossessivi di lavaggio e ordine. La paura dello sporco, degli agenti che possono infettare si accompagnano a dei rituali minuziosi e ripetitivi associati anche a comportamenti di “evitamento”. Alcuni di questi comportamenti, sono solitamente scambiati per semplice ansia, come:

  • Lavare le mani continuamente.
  • Ordinare gli oggetti per forma e dimensioni.
  • Attacchi di ansia provocati da disordine.
  • Fare la doccia ossessivamente.
  • Evitare luoghi affollati.
  • Non utilizzare bagni pubblici.
  • Non toccare maniglie e denaro.

Dunque, la mania delle pulizie in psicologia è un tema molto discusso, spesso sottovalutato dalla gente comune. Affrontarlo e accettarlo sarebbe il primo passo per migliorare la vita del soggetto in questione. Il modo migliore è informarsi e con l’aiuto di un professionista iniziare a capire i motivi che hanno causato il disturbo. Andare all’origine del problema spesso porta anche alla soluzione.

Concentrarsi su altro aiuta!

Un noto studio pubblicato su una delle riviste più conosciute del settore la Molecular Psychiatry, in un articolo su "la mania delle pulizie in psicologia" ha dimostrato come lo stress legato alla pulizia porta alla diminuzione della produzione di serotonina nell'organismo, una sostanza che fa si che il cervello si riposi. Questa continua ossessione per l’ordine e la pulizia sfocia in paranoia e depressione. Viene quindi da chiedersi se ne valga realmente la pena. Ovvio che no, per questo nei casi più gravi è opportuno chiedere aiuto, mentre per i casi meno gravi, meglio spostare l’attenzione su altro e prendere il tutto con più leggerezza. Appena la nostra attenzione si sposterà su altro, tutto sembrerà diverso.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017