Excite

Migliorare la memoria a breve termine è possibile?

Abbiamo appena conosciuto una persona. Il tempo di stringersi la mano, di mettersi a sedere e... già il suo nome ci è scomparso di mente. Succede talmente spesso che neppure ci facciamo più caso; ma un dubbio a questo punto è legittimo: migliorare la memoria a breve termine è possibile?

MBT

MBT è la sigla con cui viene scientificamente identificata: è la memoria a breve termine, che si distingue essenzialmente da quella a medio (MMT) e a lungo (MLT) termine, oltre che per la durata dell'immagazzinamento dei dati nella nostra mente, per essere quella più spesso utilizzata nel corso della giornata e anche quella, purtroppo, più spesso sottovalutata e sfruttata nel peggior modo possibile.

Infatti è noto che la memoria non è una dote di natura o una qualità che si possa o meno possedere: la memoria è una capacità del nostro cervello che, in una maniera del tutto elastica, può essere atrofizzata con lo scarso utilizzo oppure aumentata se tenuta costantemente in allenamento. Ma quali sono gli allenamenti più consigliati per migliorare la memoria a breve termine?

Sostanzialmente i metodi utilizzabili sono di due tipi: quelli legati all'udito e quelli legati alla vista. Gli esercizi del primo tipo sono ricollegabili a un esempio classico: quando ci ripetiamo ad alta voce un numero di telefono che dobbiamo memorizzare nel cellulare. La voce infatti ci rimane impressa in mente e ci permette di ricordare meglio i dati momentaneamente 'parcheggiati' nella MBT.

Per quanto riguarda invece il secondo tipo, l'associazione di un dettaglio visivo, di un particolare memorabile o anche di un luogo, di un contesto singolare può aiutarci a migliorare le prestazioni della memoria a breve termine: quel che occorre, quindi, è aguzzare la vista, sfruttare al meglio il proprio spirito di osservazione.

E infine...

Ma si può migliorare la memoria a breve termine anche divertendosi: ci possono infatti essere anche numerosi trucchetti o addirittura giochi adatti al nostro scopo. Basti pensare alla Settimana enigmistica e a quanti esercizi mnemonici appartenenti alla categoria visiva appena descritta la rivista contenga; oppure ai più generici 'rompicapo' come puzzle o sudoku: grandi classici, eppure sempre perfettamente funzionanti.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017