Excite

No Diet Day 2015, il 6 maggio è la giornata internazionale contro il "mito" del peso perfetto

  • Twitter @mentelocale

Una sana e corretta cultura alimentare, unita al rispetto dovuto da ogni persona nei confronti del proprio corpo, è l’obiettivo di fondo del No Diet Day, fissato come ogni anno per il 6 maggio.

Esami e cure per le intolleranze alimentari: come riconoscerle in tempo?

Sono le nuove generazioni, come sempre, a pagare il prezzo più alto del “fai da tea tavola talvolta incentivato da pericolosi modelli diffusi dai mass media direttamente o indirettamente: da qui l’idea di un appuntamento fisso con la controinformazione sugli effetti di una dieta sbagliata, frutto del lavoro di Mary Evans Young, ex paziente anoressica diventata un simbolo della lotta al “mito” del fisico perfetto a tutti i costi.

Dal 1992, su iniziativa della combattiva attivista britannica capace di portare in piazza centinaia di persone con l’obiettivo di combattere le diete “killer” ed altri nemici della salute dei più giovani, il mondo si ferma a riflettere almeno un po’ sui disastri derivanti da una scorretta alimentazione.

L’International No Diet Day si propone di combattere, oggi principalmente attraverso i moderni strumenti di comunicazione e cioè la rete, la “sottocultura” della perdita di peso a tempo di record incentivata ogni giorno da spot pubblicitari, riviste e “cattivi maestri” di qualsiasi genere.

(Giornata mondiale contro le diete: lotta ai “fai da te” a tavola, il video)

Centrale, secondo gli organizzatori dell’evento simbolico del 6 maggio, la proposta di uno stile di vita virtuoso corredato da comportamenti salutari giudicati universalmente validi dalla comunità scientifica internazionale, unico antidoto in grado di prevenire o sconfiggere le ossessioni per la forma fisica.

La giornata contro le diete, assicurano dal National Center of Eating Disorders, offre una preziosa occasione all’opinione pubblica per mettere da parte false convinzioni in materia di alimentazione con particolare riguardo ad anoressia e obesità.

Suicidi, ricoveri e disturbi psicologici legati ai problemi di peso non fanno altro che dimostrare la serietà del tema, troppo spesso affrontato in maniera superficiale da tv e stampa (stesso discorso per il web) di tutto il mondo.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017