Excite

Oggi è davvero il giorno più triste dell'anno?

  • Twitter @business

Per chi ci crede, il terzo lunedì del primo mese dell’anno (in questo caso 19 gennaio) rappresenta la giornata più triste in assoluto grazie al combinato disposto di condizioni meteorologiche avverse, coda “avvelenata” della fine delle vacanze, trauma da rientro al lavoro, senso di colpa per abbuffate natalizie e spese folli durante le festività da poco terminate.

Usa, studi scientifici confermano: esiste una dieta perfetta

La teoria, molto discussa e anzi bollata come bufala dalla comunità scientifica mondiale, del Blue Monday si deve allo psicologo britannico Cliff Arnal, che mettendo insieme tutti i fattori “no” del periodo iniziale dell’anno ha individuato con una singolare equazione matematica in un giorno “X” del mese di gennaio l’apice della negatività per la maggioranza dei comuni mortali.

A beneficiare dell’impatto mediatico del lunedì nero nel tempo grazie anche alla potente cassa di risonanza offerta dal web, sono in primis le agenzie turistiche protagoniste di grandi iniziative promozionali tagliate su misura per le vittime (vere o presunte) della tristezza d’inizio anno.

(Terzo lunedì di gennaio "giornata nera" per tutti: teoria scientifica o bufala?)

Secondo lo studioso inglese e i suoi seguaci nel mondo, l’effetto-domino del "Blue Monday" potrebbe durare per l’intera settimana nei casi più gravi, quelli relativi a persone particolarmente sensibili all’ansia post-natalizia ed allo stress da ritorno sul posto di lavoro dopo gli eccessi delle feste.

Altra faccia della medaglia, egualmente contestata (per le medesime ragioni, ad eccezione degli studiosi di "Mental Health Uk") dalla stragrande maggioranza dei colleghi di Arnal, la giornata più felice dell’anno, che per tradizione cade nell’intervallo tra il 21 e il 24 giugno, in occasione del solstizio d’estate.

Per molti, al netto delle considerazioni di merito sulla fondatezza o meno della teoria “scientifica” sul giorno più triste dell’anno, oggi sarà lecito concedersi uno strappo alla regola nel regime alimentare interrompendo la dieta in corso e magari lasciandosi andare ad eventuali abbuffate, con la scusa del malumore da combattere.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018