Excite

Ortoressia, l'ossessione per il cibo sano. Parla la blogger Jordan Younger: "Ecco come ho perso i capelli"

  • Youtube

di Simone Rausi

Siamo quel che mangiamo”, ormai lo sappiamo bene e siamo pronti a tatuarcelo sul coccige insieme a un delfino e ai nomi dei figli. La crescente – e quasi ossessiva – attenzione dei media nei confronti del cibo sano sta producendo sindromi ansiose dilaganti in una fetta importante della popolazione mondiale. Ci hanno spiegato che la carne rossa fa male, che i latticini infiammano, che i metalli pesanti ci portano alla tomba, che integrale è meglio, biologico è eccellente, a chilometro zero è il top. Tutto verissimo ma, come sempre nella vita, c’è un sottile confine che separa il sensato dal baratro della follia.

Ecco gli alimenti più costosi al mondo

Questo confine si chiama ortoressia ovvero l’ossessiva attenzione verso un’alimentazione sana. Con i più noti disturbi alimentari, bulimia e anoressia, non ha in comune solo il suffisso finale ma anche l’oggetto della mania: il cibo. Una persona ortoressica sta costantemente in allerta, fa attenzione a quello che è contenuto nel suo piatto: tutto deve essere crudo, sano, poco condito, naturale, biologico e soprattutto nelle giuste quantità: non troppo poco, non troppo. Se la persona che soffre di ortoressia si accorge di aver mangiato qualcosa che esce fuori dal registro (il cosiddetto cibo spazzatura, dal gelato alle patatine) allora subentrano sensi di colpa, ansie, insoddisfazione, frustrazione e una sensazione generale di malessere.

L’ortoressia è stata diagnosticata per la prima volta nel 1997 dal dottor Steven Bratman. Ancora oggi, però, non rientra nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, il vademecum della psichiatria. E pensare che l’ortoressia, per i suoi rituali, ha tutte le caratteristiche per essere definita come un disturbo ossessivo compulsivo. I fanatici del cibo pulito sono milioni nel mondo (l’hashtag #eatclean ha 27 milioni di interventi). Tra questi ci sono anche individui che hanno pagato sulla loro pelle gli effetti della ortoressia come la blogger americana Jordan Younger. Nel video di seguito, la Younger spiega come sia diventata oggi una sostenitrice dell'alimentazione variegata ma, in passato, i problemi non sono mancati.

Ecco quello che Jordan ha scritto in un post: “Io stavo inseguendo la purezza. Eliminai la carne, tutti i formaggi e i latticini. Diventai vegana, ma non ottenni i risultati miracolosi che aspettavo. Iniziai allora a mangiare solo frutta e alla fine mi nutrivo solo di melone biologico. Pesavo pochissimo, i miei denti si indebolivano e i miei capelli cadevano”.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017