Excite

Pancia gonfia: cosa fare quando abbiamo questo problema

La pancia gonfia, anche detto meteorismo, è uno dei disturbi più fastidiosi, che può anche finire per avere un impatto sulla vita sociale: cosa fare quindi per limitare gli effetti di tale problema? Prima di tutto bisogna comprendere di cosa stiamo parlando. Si tratta di un accumulo di gas nell’apparato digerente: i motivi possono essere vari, ma i sintomi sono in genere evacuazioni frequente, con alternanza di stipsi o diarrea, flatulenza, eruttazioni e crampi addominali. Appare abbastanza evidente che questi possono essere segnali di vere e proprie patologie, che vanno investigate con precisi esami. Banalmente, però, può essere anche frutto di un pasto consumato troppo velocemente o in quantità eccessiva.
    Dal web inerboristeria.com

Pancia gonfia: quali esami fare

Cosa fare quindi contro la pancia gonfia? Come accennato in precedenza, a prescindere da qualsiasi diagnosi, è sempre opportuno mangiare con calma, masticando bene il cibo per facilitare la digestione, evitando abbuffate a tavola. Il consiglio principale è quello di mangiare spesso e poco. Inoltre, bisogna tener presente un aspetto della buona educazione, che fa bene anche alla salute: non parlare mentre si mangia. Al di là di questi elementi, ce ne sono altri che possono determinare la pancia gonfia con i sintomi prima menzionati. Pertanto è opportuno verificare eventuali intolleranze, in primis quelle al lattosio e al glutine. L’attività sportiva aiuta l’organismo a liberarsi dagli accumuli di gas intestinale: è importante fare esercizio con costanza (almeno tre sessioni di allenamento, della durata di 30 minuti, a settimana).
    Dal Web stetoscopio.net

Ecco cosa fare quindi contro la pancia gonfia

Cosa altro è possibile fare per ridurre la pancia gonfia? L’attenzione può concentrarsi anche su cosa è giusto evitare: prima di tutto lo stress eccessivo. Nelle persone particolarmente emotive, la tensione ha un impatto sulla regolarità intestinale. Un nemico giurato è poi rappresentato dalle bibite gassate, sia alcoliche (birra) che analcoliche (coca-cola, aranciata, gassosa).
Infine, per combattere questo tipo di disturbo è necessario mantenere una certa regolarità dei pasti, evitando per esempio di distendersi o stare seduti a lungo dopo aver mangiato qualcosa.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017